LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Roma. Problemi infiniti intorno all'Ara Pacis
Annamaria Gravino
Secolo d'Italia, Roma, 6/9/2005

Il 23 settembre sarà inaugurato il museo e Roma dovrà adeguarsi all'opera di Meier, che stravolge viabilità e colpo d'occhio. I nuovi interventi costeranno 40 milioni di euro.

Roma. Roma è ormai al conto alla rovescia per l'inaugurazione del nuovo museo dell'Ara Pacis. Il taglio del nastro è in programma per il 23 settembre, ma le perplessità, le polemiche e, soprattutto, i problemi legati al progetto di Richard Meier non sono destinati a chiudersi insieme ai cantieri. A quanto pare, infatti, per adeguare la città alla nuova opera il Campidoglio dovrà spendere una quarantina di milioni di euro in opere di viabilità, che si aggiungono ai quasi 16 milioni già sborsati per il faraonico progetto dell'architetto americano.
E le difficoltà per la Capitale risultano tanto più gravi in quanto facilmente immaginabili e denunciate da tempo.
Il grido d'allarme sulla disorganicità del progetto rispetto al tessuto urbano fu lanciato immediatamente da An. Nel corso del tempo voci prestigiose dell'architettura e della cultura italiana hanno alimentato il coro di critiche su questo lavoro, affidato dall'allora sindaco Francesco Rutelli a Meier senza concorso e senza una pianificazione d'insieme che comprendesse anche la passeggiata di Ripetta e il lungotevere, sui quali il mausoleo di Augusto incide per viabilità, urbanistica e colpo d'occhio.
Proprio il rapporto tra l'opera dell'americano e ciò che le sta intorno è stato al centro di un duro intervento dell'architetto Giuseppe Strappa, pubblicato sul Corriere della sera di ieri. «Il progetto di Meier - sottolinea - non era chiamato a risolvere nessun problema reale». A motivarlo, per Strappa, è stata solo la volontà di Rutelli «di immettere l'architettura contemporanea nel centro storico di Roma». Una velleità che alla Capitale è costata il 266 per cento in più della cifra iniziale preventivata e che «crea problemi a catena: l'opera è troppo ingombrante - spiega Strappa - per essere costretta nell'angusta spina tra il lungotevere e via di Ripetta». Per fare spazio alla struttura, quindi, non resta che sacrificare il lungotevere in Augusta, «intubando il traffico in costosi sottopassaggi che genereranno, con i loro squarci, ulteriori problemi».
Oltre alle questioni di viabilità, il museo pone anche quelle di tutela della specifica identità del centro storico romano, che mal si presta a forzature in senso contemporaneo.
«Lucidamente - commenta il consigliere comunale di An, Marco Marsilio - Strappa paventa il rischio che il prossimo concorso internazionale per la risistemazione di piazza Augusto possa dare il colpo di grazia all'area. Strappa fa un riferimento esplicito alla possibile scelta di "esperti" che si sono guadagnati la fama intervenendo a Parigi, Londra e Berlino, in contesti urbani non paragonabili a Roma». Marsilio pone quindi l'accento sul peccato originale di un'opera che, voluta dalla scorsa giunta, è stata difesa a spada tratta dall'attuale: «É ovvio che un concorso bandito dopo aver già realizzato il complesso di Meier sarà da questo fortemente condizionato. Il modernismo di Meier non potrà non costituire un segno imprescindibile per la progettazione dell'intera piazza».
Marsilio si rivolge quindi al sindaco Walter Veltroni e all'assessore all'Urbanistica, Roberto Morassut, chiedendo l'apertura di «un confronto serio e senza pregiudizi sulla composizione della commissione che valuterà l'assegnazione degli ulteriori lavori sulla piazza». L'organismo, per An, «dovrà rispettare i criteri di pluralismo accademico e culturale, recuperando quella ampiezza e profondità di dibattito e confronto che è stato il grande assente dell'operazione Meier».
Ma ancora poche settimane fa, anche di fronte alla spaventosa lievitazione dei costi per il museo, Morassut sosteneva la validità del progetto e «la correttezza della procedura seguita».
«Errare è umano, ma - commenta il consigliere comunale di An, Luca Malcotti - perseverare è diabolico. Non si capisce l'ostinazione della giunta Veltroni nel perpetuare gli errori dell'era Rutelli. In particolare - conclude Malcotti - l'idea di nascondere l'Ara Pacis dentro una creazione di Meier è un caso patologico di sensazionalismo amministrativo, perseguito a dispetto delle esigenze della città, dei turisti e del buongusto».



news

24-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news