LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze. Beni culturali e grandi musei. Un Appello al Ministro
Paolo Ermini
Corriere Fiorentino 14/6/2019

Questo è un appello. Un appello al ministro dei beni culturali sul caso dei grandi musei e della loro autonomia.

In un articolo comparso ieri sul Corriere Fiorentino , Chiara Dino ha spiegato come la bozza della nuova riforma, che è una vera e propria controriforma rispetto alla svolta voluta dallex ministro Franceschini, si ispiri al programma elettorale presentato dai Cinque stelle per le politiche dellanno scorso. Un programma che nel campo delle istituzioni culturali prevedeva il ritorno a un sistema centralista. Come dire che Roma si riprenderebbe poteri che con Franceschini erano state distribuiti sul territorio. Giusto? Non giusto? Il primo problema non è rispondere a una domanda così, azzardando un giudizio più o meno politico. Innanzitutto vanno capiti i motivi di una scelta. Sullorientamento generale del M5S è tutto chiaro da tempo: chi ha fatto di una piattaforma informatica il cuore della propria azione e lo strumento di orientamento e controllo dei militanti non può che essere nemico di ogni forma di reale autonomia. Ma quando si scende sul piano concreto della gestione dei grandi musei e della loro prospettiva, ci si trova invece di fronte a tanti, troppi, punti oscuri. E allora ci permettiamo di rivolgerci al ministro per porre un paio di questioni.

Prima di imboccare una strada precisa e stilare un documento così radicalmente orientato, non sarebbe stato ragionevole approfondire gli effetti della riforma in vigore, in tutti i suoi risvolti? I numeri non sono tutto, certo, ma non se ne può eludere il significato. I ricavi delle Gallerie degli Uffizi sono passati in quattro anni da 8 milioni e 226.064 euro a 18 milioni e 784.164; quelli dellAccademia da 5 milioni 946.402 a 9 milioni 192.753; quelli del Bargello da 432.281 a 923.074. Con unimpennata anche dei visitatori. Come non tenerne conto? In ogni caso, e in questo consiste lappello, perché il ministro non viene in città -agli Uffizi, allAccademia, negli altri musei,, ma anche nelle sedi istituzionali- per affrontare il caso in tutta la sua complessità? Forse una visita sul campo potrebbe fornire a lui nuovi elementi di valutazione, sgombrando al tempo stesso il campo dal sospetto di decisioni prese con pregiudizio. Sullo sfondo un (falso) dilemma: è più utile fare battaglie di valore politico o considerare linteresse vero di un museo, di una città intera e, magari, della cultura italiana nel suo complesso?



news

25-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news