LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Napoli, via Duomo. Strada piena di ferite. Ormai abbiamo il terrore anche di passeggiare
Elvira Iadanza
Corriere del Mezzogiorno - Campania 11/6/2019

Lassociazione via dei Musei: siamo aperti ma qui si rischia la vita

Napoli. Via Duomo è una strada, a oggi, segnata. Segnata dal cantiere che da qualche mese ne chiude in parte il passaggio, dal trauma per la morte del commerciante Rosario Padolino. Ma, soprattutto, segnata dai tanti teli verdi che avvolgono, come una vecchia coperta che ormai non scalda più, i tanti balconi e cornicioni pericolanti.

Certo, i negozi sono aperti, chi era stato allontanato dal palazzo da cui è caduto il pezzo di cornicione mortale per Rosario è potuto tornare a casa nel pomeriggio di ieri, ma, adesso più che mai, cè chi protesta per la condizione dei palazzi che affacciano sulla strada dei sette musei.

A far sentire la sua voce cè anche Francesco Moresieri, presidente della Associazione Duomo via dei musei, unorganizzazione di commercianti molto attiva nella strada e che conta quasi 50 iscritti. Non è normale che accadano queste cose. Ovviamente il problema non è solo via Duomo, tutta la città versa in questa condizione spiega Moresieri -. Stavolta a perdere la vita è stato Rosario Padolino, che proprio a luglio avrebbe chiuso la sua attività per andare in pensione, ma la verità è che siamo tutti esposti al pericolo.

E in effetti basta guardare allinsù per vedere i tanti rattoppi dei balconi o dei cornicioni. Alcuni attraversano le intere facciate del palazzo, altri, invece, coprono soltanto qualche balcone da cui spuntano anche delle piante, esempi un po particolari di bosco urbano. La morte di Rosario ci ha colpito particolarmente racconta ancora Moresieri - non solo perché era un collega commerciante, ma perché ci ha fatto capire che siamo tutti probabili bersagli per la caduta dei calcinacci. Nei momenti di pausa, oppure se in negozio non cè nessuno, siamo fuori sul marciapiede, magari a fumare una sigaretta e qualcosa potrebbe cadere anche sulle nostre teste.

Le attività continuano, anche se per strada qualcuno ha lasciato un mazzo di fiori per Rosario, e molti si fermano a guardare il suo negozio.

Se ai palazzi si aggiungono il cantiere che blocca il normale transito e limmondizia accumulata lungo le grate che delimitano la zona dei lavori, il quadro di una delle strade più importanti della nostra città, ricca di cultura e di musei, è tracciato ed è poco lusinghiero.

La paura di qualche altra caduta cè, e, infatti, si ipotizzano controlli su tutta la strada per i palazzi da mettere in sicurezza, e alcuni sono già in corso nelladiacente via dei Tribunali, chiusa ieri pomeriggio alle automobili e ai motorini proprio per consentire i lavori di manutenzione su un edificio poco sicuro.

Intanto la vita continua e la strada si anima di nuovo. Ci sono due ragazze che prendono il caffè sedute sotto uno dei balconi dalla rete verde, ma anche turisti che vogliono visitare uno dei musei presenti sulla via. In corteo arriva perfino una sposa. Felice e sorridente con il fresco marito. Allincidente di sabato mattina, loro che vivono in quella strada, preferiscono non pensare.

In campo a sostegno degli abitanti e dei negozianti, però, scende anche Confcommercio che con una nota del presidente Vernetti fa sapere di voler collaborare per evitare altre tragedie: Abbiamo intenzione di farci carico con tutti i soggetti istituzionali di eventi, iniziative, proposte concrete per restituire questa antica zona della città al ruolo che gli compete. Servono interventi economici, di tipo organizzativo, ma anche la promozione dellarea attraverso manifestazioni che vedano protagonisti i commercianti. E aggiunge che lorganizzazione delle imprese, se necessario, metterà in campo le proprie professionalità e le proprie relazioni per aiutare a garantire una maggiore sicurezza della strada. Non si può veder morire una zona così centrale della città senza fare nulla, conclude Vernetti.



news

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

13-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 settembre 2019

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news