LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Formigoni, confiscati anche i quadri antichi
Giuseppe Guastella di Elisabetta Andreis
Corriere della Sera - Milano 5/6/2019

Anche gli ultimi quattro quadri antichi che mancavano ora fanno parte ufficialmente del patrimonio dello Stato. Valore complessivo 70 mila euro. È quanto rimaneva dei beni di Roberto Formigoni che doveva ancora essere confiscato dopo la condanna definitiva dellex Governatore lombardo a 5 anni e 10 mesi di reclusione nel processo San Raffaele-Maugeri. Sono tre tele acquistate tra il 2010 e il 2012 con fondi delle Ferrovie Nord da Norberto Achille, lallora presidente dellente, che aveva poi regalato a Formigoni, allepoca presidente della Lombardia.
Mancavano solo quattro quadri antichi, ma ora anche quelli ufficialmente fanno parte del patrimonio dello Stato. Valore complessivo 70mila euro circa, è quanto rimaneva dei beni di Roberto Formigoni che doveva ancora essere confiscato dopo la condanna definitiva dellex Governatore lombardo a 5 anni e 10 mesi di reclusione nel processo San Raffaele-Maugeri.

È stato il legale di Roberto Formigoni, lavvocato Mario Brusa, a consegnare i quadri agli agenti della sezione di pg della Guardia di Finanza che nei giorni scorsi avevano già eseguito una serie di confische a carico di tutti gli imputati condannati nel processo. Si tratta di tre tele acquistate tra il 2010 e il 2012 con fondi delle Ferrovie Nord da Norberto Achille, lallora presidente dellente che ha patteggiato due anni di reclusione (pena sospesa) per le spese pazze fatte usando le carte di credito dellente. Achille aveva regalato i quadri a Formigoni. Il quarto è un dono del 2009 fatto da Giuseppe Grossi, il defunto re delle bonifiche che fu coinvolto nellinchiesta sullinquinamento dellarea di Santa Giulia. È il dipinto che vale di più, dato che è stimato intorno ai 50 mila euro.

A luglio 2015 la Gdf aveva bussato alla porta dellabitazione in cui allora Formigoni viveva con la comunità dei Memores Domini di Comunione e Liberazione, ma le Fiamme gialle si erano dovute fermare sulla soglia perché lo stesso Formigoni era senatore del gruppo di Ncd e, come tale, non era possibile accedere nella sua casa per sequestrare i quadri senza autorizzazione del Senato.

La consegna fatta dallavvocato Brusa è un gesto che potrebbe avere una lettura precisa. Formigoni, che è in carcere a Bollate da più di tre mesi, ha voluto chiudere senza fare resistenza anche lultima partita aperta negli strascichi del processo. Un atteggiamento di apertura che potrebbe tornargli utile quando, ma soprattutto se, dovesse presentarsi la possibilità di accedere ai benefici penitenziari, a partire dalla detenzione domiciliare che, nonostante lui abbia oltre 70 anni (ne ha 72), gli è preclusa dalla legge spazzacorrotti. È necessario, però, che la Corte Costituzionale dichiari illegittima la preclusione per coloro che, come Formigoni, hanno commesso reati prima della sua entrata in vigore oppure che il Tribunale di Sorveglianza accolga le richieste del condannato.

Su ordine della Corte dAppello, la GdF ha confiscato allex governatore anche circa 32 mila euro già bloccati su tre conti correnti e le quote di alcune proprietà di famiglia: due box, un terreno, alcune abitazioni a Lecco e una casa a San Remo. Cè anche il 50% della villa di Arzachena (Sassari) che, secondo laccusa dei pm Laura Pedio e Antonio Pastore, sarebbe stata venduta da Pierangelo Daccò ed acquistata da Formigoni con lamico Alberto Perego (che è stato assolto) per tre milioni, ma con uno sconto di almeno un milione e mezzo sul valore reale. La confisca riguarda anche tre vecchie auto dal valore modestissimo.

Anche Daccò, lapriporte in Regione condannato in via definitiva a 9 anni per la vicenda San Raffaele e aveva patteggiato altri 2 anni e 7 mesi per la Maugeri, si vede confiscare quote societarie e 3,2 milioni su conti correnti. Come Costantino Passerino, lex amministratore Maugeri condannato a 7 anni e 7 mesi rinchiuso a Bollate, al quale viene confiscato circa un milione e 454mila euro.



news

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

13-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 settembre 2019

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news