LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze. "Riaprire il dossier dell'urbanistica"
Gaspare Polizzi
Corriere Fiorentino 31/5/2019

Fra i problemi che il sindaco Nardella dovrà affrontare nel secondo mandato cè quello legato alla sospensione della variante al regolamento urbanistico da parte del Consiglio di Stato, su ricorso di Italia Nostra.
Sono pesanti le conseguenze negative per chi volesse eseguire piccoli o medi interventi di ristrutturazione in edifici ubicati nella zona Unesco, e non soltanto per gli immobili sottoposti a vincolo storico-artistico. Si attende la delibera del Tar, rispetto alla quale lex assessore allUrbanistica Giovanni Bettarini si è mostrato ottimista. La questione è stata affrontata su queste pagine mercoledì scorso dallavvocato Duccio Traina, che, in punta di diritto, ha rilevato le contraddizioni tra le decisioni della Cassazione e il Consiglio di Stato. Ma le scelte di politica urbanistica non dovrebbero essere risolte dalla magistratura. E non riguardano soltanto i legittimi diritti abitativi dei cittadini. Cè a Firenze unemergenza a lungo trascurata: il deterioramento del centro legato al predominio incontrastato della rendita immobiliare e finanziaria, che ha trasformato grandi edifici storici in alberghi o residenze turistiche. Dietro la facciata di palazzi che qualificano il centro della città come patrimonio dellumanità sono nati appartamenti o stanze per un turismo non sempre di qualità. Nardella dovrebbe confermare e rafforzare la lotta contro la rendita, modificando il regolamento urbanistico con una nuova variante che renda possibili i restauri di piccola entità (per migliorare le condizioni abitative dei residenti che resistono in centro) e che favorisca anche un piano di riqualificazione dei grandi immobili vuoti, vietandone il frazionamento, comè nellattuale variante, e non lasciando alla libera discrezionalità della Sovrintendenza lintervento sugli edifici notificati ai sensi del Codice dei Beni Culturali, che attualmente possono essere sottoposti a una ristrutturazione senza limitazioni. La destinazione duso di tanti edifici va necessariamente mutata, ma orientando i progetti anche verso unedilizia sociale e abitativa. Un caso (esemplare) per tutti: il complesso di SantOrsola, con una superficie utile di oltre 15.000 mq, ora proprietà della Città Metropolitana, che ha avviato i lavori di copertura con una spesa di 1,63 milioni di euro. Dovrà essere variata la destinazione duso di quella che era una manifattura di tabacchi e poi un centro di ricovero per senzatetto. Ma nel progetto di riqualificazione, focalizzato su funzionalità legate ad attività artistiche e culturali, dovrebbe trovare spazio anche una quota di edilizia sociale e abitativa, come è avvenuto nella ristrutturazione delle Murate, che risale alle giunte Primicerio e Domenici. Sistema dei trasporti e lotta alla rendita sono le scommesse sulle quali la nuova amministrazione può consolidare o meno la credibilità acquisita.



news

21-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 21 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news