LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Sorpresa alla Cappella Sansevero. Il Cristo velato apre soltanto per Bocelli. Visita tattile di quasi mezzora
Vincenzo Esposito
Corriere del Mezzogiorno - Campania 22/5/2019

Napoli. Era il suo più grande desiderio, lo aveva più volte chiesto in passato ma la visita era obiettivamente difficile. Stavolta, invece, al termine di una minuziosa organizzazione, Andrea Bocelli, il giorno dopo il suo concerto al San Carlo, ha potuto svelare i segreti del Cristo velato nella Cappella Sansevero.

Ieri mattina il sito era chiuso, come tutti i martedì, ma ha aperto le sue porte, con grande sensibilità realizzando un sogno, al tenore che, accompagnato dalla moglie Veronica e da alcuni artisti che hanno partecipato con lui allesibizione del San Carlo, ha potuto toccare, in via del tutto eccezionale, la statua del Sanmartino. E lo ha fatto a lungo, soffermandosi sul volto e sulle mani del Cristo.

Un onore e un privilegio che non è mai stato concesso ad altri, ma che era quasi dobbligo per Andrea Bocelli che non ha altro modo per poter constatare la perfezione di un simile capolavoro. Il cantante è apparso quasi commosso mentre toccava il leggendario velo di marmo. Contemporaneamente la moglie e una guida gli raccontavano la storia e la leggenda della statua che il principe Raimondo di Sangro commissionò nel 1752 allartista che fino a quel momento si era occupato soltanto di pastori presepiali. A Bocelli è stata narrata la storia del documento trovato nellarchivio del Banco di Napoli con data 16 dicembre 1752 in cui il principe, grande massone, alchimista e scienziato, scriveva: E per me gli suddetti ducati cinquanta gli pagarete al Magnifico Giuseppe Sanmartino in conto della statua di Nostro Signore morto coperta da un velo ancor di marmo.

E gli sono poi state raccontate anche le leggende popolari. La prima che parla di un principe capace di ipnotizzare lo scultore facendogli realizzare il capolavoro. La seconda che vuole Raimondo di Sangro scopritore di una sostanza che trasformava gli elementi in marmo. Ovviamente solo voci popolari che si rincorrono da secoli anche se hanno trovato in alcuni commentatori eccelsi, come il marchese de Sade, ottimi divulgatori attraverso i loro scritti. Daltra parte - si legge sul sito della Cappella - , era nelle intenzioni del di Sangro in questa come in altre occasioni suscitare meraviglia: non a caso fu egli stesso a constatare che quel velo marmoreo era tanto impalpabile e fatto con tanta arte da lasciare stupiti i più abili osservatori. La visita tattile è durata circa mezzora, poi Bocelli è andato via, attraverso i Decumani. Riconosciuto non ha potuto sottrarsi a qualche veloce selfie.



news

10-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 10 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news