LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze. Lacqua torna a scorrere dalle Rampe dopo 100 anni
Edoardo Semmola
Corriere Fiorentino 19/5/2019

E la pioggianon fermala festa

La festa e le iniziative previste sono state rimandate causa maltempo, ma in tanti sono andati lo stesso alle Rampe del Poggi, a Firenze, sotto piazzale Michelangelo, per la chiusura dei lavori di restauro finanziati da Fondazione Cr Firenze ed il ritorno dellacqua dopo 100 anni nelle vasche e nelle fontane. Così le Rampe, che costarono più del doppio del previsto, sono tornate al volto pensato da Giuseppe Poggi nella seconda metà dellOttocento.

La festa era stata annullata per maltempo, lo avevano già annunciato da due ore. Ma a festeggiare le nuove Rampe sono venuti in tanti abitanti di San Niccolò e non solo, armati di k-way e ombrelli. Perché lattesa di rivedere lacqua scorrere di nuovo giù per la collina era tanta, e non volevano perdersi il primo zampillo della nuova vita del complesso monumentale sotto piazzale Michelangelo.

In centinaia si sono accalcati ieri pomeriggio sulla seconda rampa del percorso architettonico progettato da Giuseppe Poggi quando il sindaco Dario Nardella e il presidente di Fondazione Cr Firenze Umberto Tombari hanno premuto allunisono, mano sulla mano, il pulsantone rosso volendo fare uninaugurazione-spettacolo, nonostante la pioggia battente, hanno usato lo stesso fungo dei quiz televisivi, da Mike Bongiorno a Sarabanda che ha ri-acceso la fontana ottocentesca dopo quasi un secolo. Ci sono voluti dieci mesi di cantiere e due milioni e mezzo di euro di investimento (attraverso il meccanismo dellArt Bonus) per ripristinare lacqua nelle fontane, nelle vasche e nelle grotte del complesso, ai lati della Torre di San Niccolò, così come lo aveva pensato il suo architetto. E come da decenni non accadeva più. In dieci minuti scarsi, a partire dal via col pulsante rosso, lacqua è passata dalla conchiglia posta al terzo livello fino alla grande vasca e ancora giù tra gli applausi delle persone intervenute e le note dell Inno alla gioia di Beethoven, lungo i 54 metri del suo percorso. Erano previste anche visite guidate, intrattenimento e musica, tutto è stato solo rimandato a cieli più sereni.

È una grande gioia ha detto Nardella rivedere questo complesso tornare a funzionare. È una giornata indimenticabile e storica. Della rapidità di esecuzione dei lavori si è complimentato Tombari che ha sottolineato come un intervento molto impegnativo e con non poche difficoltà sia stato completato in soli nove mesi. Il merito va alle maestranze per lentusiasmo e lalta competenza dimostrata. Firenze ha davvero delle eccellenze senza le quali il risultato non sarebbe stato questo.



news

24-06-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 giugno 2019

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

Archivio news