LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze in lutto, Fratelli Alinari lascia la sua sede storica
Rassegna Sindacale 9/5/2019

La raccolta di positivi, negativi, libri e apparecchi fotografici è conosciuta nel mondo per la sua rilevanza culturale. Il 60 per cento dei dipendenti perderanno il lavoro. Sindacati e lavoratori chiedono garanzie. Qualche speranza dalla Regione Toscana.

Un pezzo di storia fiorentina che se ne va. LArchivio della Fratelli Alinari dal 30 giugno 2019 non sarà più presente nella sua sede storica, nel largo omonimo della città toscana. L'attuale proprietà, infatti, ha venduto l'immobile. Per il patrimonio invece, oggetto anchesso di trattativa per la vendita, il trasloco è già in atto e coinvolge direttamente gli stessi dipendenti, in attesa di una nuova sede. La raccolta Alinari di positivi, negativi, libri e apparecchi fotografici, per la conservazione della quale non sono mai stati destinati contributi pubblici, è conosciuta nel mondo per la sua rilevanza culturale.

L'attenzione delle istituzioni si è oggi chiaramente espressa con atto di notifica da parte della Soprintendenza Archivistica per la Toscana che ha dichiarato il patrimonio Alinari un unicum di interesse storico e culturale sia a livello nazionale che internazionale, si legge in una lettera dei dipendenti della Fratelli Alinari Idea e della Fratelli Alinari Fondazione per la Storia della fotografia.

Vogliamo rendere pubblicamente noto che, dopo una profonda e lunga crisi aziendale, siamo oramai agli atti formali che, per circa il 60% delle lavoratrici e dei lavoratori della Alinari, contengono la certezza di una cessazione dei rapporti di lavoro in tempi brevi scrivono ancora i lavoratori . Richiediamo pertanto che, ad ogni livello, si possano ricercare e trovare soluzioni che aiutino il proseguimento delle molteplici e possibili attività produttive con la prospettiva di salvaguardare professionalità acquisite e posti di lavoro.

Rispetto alla sorte dei lavoratori, si legge in una nota di Beppe Luongo, segretario della Slc Cgil Firenze, abbiamo, anche recentemente, siglato accordi, necessariamente difensivi, per la migliore tutela sindacale possibile in uno scenario che è simile a una progressiva dismissione delle attività, al netto di una parte residuale e temporanea, e anche oltre la volontà della proprietà attuale.

L'unica speranza di un recupero ampio delle attività produttive possibili, aggiunge Luongo, resta accesa in capo alla Regione Toscana, grazie alla scelta di attivarsi per l'acquisizione del patrimonio Alinari. Se ciò andrà a buon fine, come è auspicabile, la Regione potrà quindi concretamente avviare le procedure per un bando pubblico che lo renda nuovamente fruibile.

Nonostante le lavoratrici e i lavoratori stiano vivendo questa difficile situazione lavorativa, l'attuale proprietà ha confermato la volontà di proseguire con la gestione delle immagini, da sempre parte significativa dell'attività aziendale. Vogliamo domandarci pubblicamente quali saranno le sorti del patrimonio e, soprattutto, delle risorse umane che da anni si sono occupate della sua valorizzazione, sviluppando con esso un forte rapporto identitario, si chiedono infine i dipendenti.

https://www.rassegna.it/articoli/firenze-in-lutto-fratelli-alinari-lascia-la-sua-sede-storica


news

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

25-06-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 giugno 2019

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

Archivio news