LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Ambrogiana, il Fai apre le porte
Andrea Ciappi
La Nazione - Empoli 8/5/2019

Empoli - Importante tappa per il recupero come monumento della Villa Medicea, ex Opg: alla villa dellAmbrogiana sarà dedicata una speciale giornata del Fondo ambiente italiano (Fai). Difatti, il prossimo 19 maggio (domenica) ci sarà la possibilità di accedere senza prenotazione, con contributo destinato al Fai-Fondo Ambiente Italiano, al complesso mediceo. Sarà una giornata davvero speciale organizzata dalla Delegazione Fai di Firenze e dal Gruppo Fai Giovani, inserita nel programma Primavera in villa del Comune di Montelupo.

A due anni dalla totale dismissione della villa dellAmbrogiana dalla sua funzione di Ospedale Psichiatrico Giudiziario, grazie a una concessione temporanea stipulata solo per alcuni mesi dal Comune di Montelupo con il Demanio, proprietario del complesso, che ha portato alla realizzazione di un programma di valorizzazione denominato Primavera in Villa, sarà possibile conoscere questo gioiello dellarchitettura rinascimentale. Tra le più maestose ville medicee, costruita per volere di Ferdinando I, fu qui che nel 1661 Cosimo III incontrò per la prima volta Margherita dOrléans, sposata per procura. Alterata nel Settecento con soprelevazioni, fu poi destinata a casa di cura per le malattie mentali per volere di Leopoldo II, in base allidea utilitaristica con la quale i Lorena trovavano nuova funzione al sistema delle ville. Divenuta con lUnità dItalia proprietà dello Stato, dal 1886 è stata trasformata in manicomio criminale ospitando anche personaggi noti, come gli anarchici Giovanni Passannante e Pietro Acciarito, accusati, in momenti diversi, di tentato regicidio e dagli anni Settanta del Novecento in Ospedale Psichiatrico Giudiziario. Varcare il portone dellalto muro di cinta, rimasto a lungo invalicabile simbolo di reclusione, significa entrare in un mondo denso di storia e in grado di evocare storie diverse, dalle cacce dei Medici alle vicende umane dei carcerati.

Ora - si spiega dal Comune - si impone una riflessione sul destino di questo paradiso perduto. Lapertura, promossa dalla Presidenza Regionale Toscana, avverrà anche grazie ai volontari del Gruppo FAI Giovani e ai narratori dellIstituto Tecnico Statale Carlo Cattaneo di San Miniato che, con la Pro Loco di Montelupo, accompagneranno a conoscere le vicende della villa e del carcere. Modalità di partecipazione: domenica 19 maggio dalle 10 alle 17 (ultimo ingresso). Si entra con contributo libero in gruppi formati al massimo da 25 persone ciascuno. Precedenza agli iscritti Fai. Possibilità di iscriversi sul posto. Dal Comune si consiglia a chi può di preferire la mattina per la visita momento solitamente di minor affluenza. Per informazioni: Delegazione FAI Firenze firenze@delegazionefai.fondoambiente.it 055 2741029 (lunedì, mercoledì e venerdì 10-12.30).

https://www.lanazione.it/empoli/cronaca/ambrogiana-fai-1.4579357


news

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

26-06-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 26 giugno 2019

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

Archivio news