LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Napoli. Dalla Regione 80 milioni per gli Incurabili
Vincenzo Esposito
Corriere del Mezzogiorno - Campania 25/4/2019

La Giunta regionale ha programmato la dotazione di 80 milioni per gli Incurabili. Serviranno per il recupero dellospedale e del complesso monumentale.

Napoli. Prima boccata dossigeno per il complesso monumentale degli Incurabili, il più antico ospedale dEuropa. La Giunta regionale ha programmato la dotazione finanziaria di 80 milioni di euro a favore del piano di consolidamento e restauro del presidio ospedaliero di Santa Maria del Popolo degli Incurabili.

Il programma, che nella relazione dellAsl Napoli 1 ha un valore complessivo di circa cento milioni, è finalizzato - si legge in una nota - allattuazione degli interventi in grado di garantire condizioni di funzionalità e sicurezza per lutenza e preservare il patrimonio artistico e culturale dello storico ospedale.

Da fine marzo la chiesa del complesso ospedaliero è stata interessata da crolli e il 6 aprile scorso laggravamento del quadro di fessurazioni ha imposto lo sgombero dellospedale e della Farmacia, unico esempio di spezieria annessa a un ospedale in europa nel 500, poi ingrandita e divenuta monumentale nel 700. Con scaffalature, intarsi e stucchi di grande pregio. E oltre quattrocento vasi maiolicati.

Quando i finanziamenti saranno disponibili si potrà quindi passare allattuazione dei lavori di puntellatura della struttura (cominciati quelli più urgenti) per la messa in sicurezza. Il problema principale degli Incurabili è che poggia su alcune antiche cavità tufacee che negli ultimi decenni sono state compromesse dalla mano delluomo. A cominciare dal Dopoguerra con i detriti dei bombardamenti gettati in quegli invasi e che, forse in qualche modo, hanno impedito il normale deflusso delle acque. E le conseguenze si vedono oggi con la collina di Caponapoli che fa registrare piccoli cedimenti che coinvolgono il monumento, tanto da essere stato decisa levacuazione.

In questi giorni si discute soprattutto su dove andranno a finire i vasi maiolicati. Per Garella devono rimanere nel complesso in unala sicura, per il Mibac devono essere trasferiti nel museo di San Martino e restarci fino a quando i lavori agli Incurabili non verranno terminati. Il governatore Vincenzo De Luca ha invece indicato il complesso del San Gennaro al Rione Sanità come luogo per conservare i preziosi reperti. Cosa che non piace ai farmacisti, che hanno diffuso una nota dellOrdine e agli speleologi che nel sottosuolo di Caponapoli hanno a lungo lavorato, come Clemente Esposito, direttore del Csm: Se le preziose opere - spiega - saranno esposte nella basilica di San Gennaro dei Poveri ex ospedale correranno rischi: quellospedale non fu chiuso per gli stessi motivi per cui oggi si chiudono gli Incurabili? E poi che sistemi di sicurezza ci sono? No, per salvare la Farmacia i vasi devono restare agli Incurabili.



news

24-06-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 giugno 2019

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

Archivio news