LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Notre Dame, la grandeur e il nostro senso dello Stato
Gianni Farinetti
Corriere della Sera - Torino 21/4/2019

Pasqua un tantino indignata. Non per la Santa Pasqua in sé, piuttosto per lincendio di Notre Dame. Eravamo tutti lì davanti al televisore attoniti, addolorati e già nei nostri talk show partivano a caldo stravaganze di ogni. Sappiamo che questi contenitori (come fossero appunto dei container zeppi di merce da spedire in giro per il mondo) devono oltre a dare la notizia commentarla, rivoltarla, darle un senso (come se ci fosse un senso) e a volte a lè düra far passare quella mezzora, unora tra opinionisti, esperti, gente che va e gente che viene come nei grand hotel di una volta.

Così abbiamo assistito a varie amenità su, ad esempio: 1) le nostre origini cristiane, 2) il papa non sè fatto vivo, 3) la grandeur detto con la solita nota invidiosetta dei nostri cugini doltralpe, 4) massì, non è una gran perdita, in fondo era un falso. Ecco, sempre ad esempio, se il Borgo Medievale del Valentino andasse a fuoco, massì, un bel rogo, in fondo era un pugno in un occhio, una stranezza valdostana sul Po, un falso storico fra i più compiaciuti. Eppure nel 1884 lEsposizione generale italiana chiamò i più grandi ingegneri e architetti il termine archistar non era stato ancora coniato, ma già ci stavamo lavorando dellepoca per disegnare un enorme, stupefacente parco divertimenti commerciale come mai sera visto in Europa. Sul revival del neogotico, stile che fa storcere il naso ancora adesso, ma che aveva, come si è visto nel tempo, un suo perché.

Si dirà, meglio fosse bruciato il Borgo Medievale che la cupola della Sindone, certo, ma perché star sempre lì a far astruse competizioni, nostro sport nazionale? Juve contro Toro, Palermo contro Catania (ma anche Bra contro Alba, Saluzzo contro Savigliano, Callianetto contro CastellAlfero eccetera), Barbara DUrso versus Mara Venier. Evidentemente ci piace così, e comunque la Sindone ce lha fatta (in una ventina danni ma ce lha fatta) e il Borgo Medievale piaccia o non piaccia è sempre al suo posto.

Viollet-le-Duc, larchitetto più celebre del suo tempo, seguì il restauro di Notre Dame ormai fatiscente e ideò la Flèche, la guglia alta 45 metri che qualche sera fa abbiamo visto piegarsi e rovinare nellincendio. La storia della guglia è nota, la prima era stata costruita nel 1250, poi demolita per ragioni statiche a fine Settecento. Nel 1860 Viollet-le-Duc la ridisegna ispirandosi al grande gotico delle cattedrali francesi. Un falso? Macché, una straordinaria invenzione. In fondo (questa lho presa da Wikipedia perché non la sapevo) John Newenham Summerson uno dei più importanti storici dellarchitettura inglesi, aveva dichiarato: Ci sono stati due supremi teorici della storia dellarchitettura in Europa, Leon Battista Alberti ed Eugène Viollet-le-Duc. Per dire.

Laltra sera abbiamo visto i cugini loltralpe pragmaticamente fregarsene delle teorie vero/falso, stringersi intorno a uno dei loro simboli più forti, decidere calcolatrice alla mano tempi e denari per la ricostruzione e noi abbiamo riattaccato allegramente con la grandeur. Forse per nascondere ancora una volta che loro sì hanno il senso dello Stato e delle Istituzioni, sui quali noi siamo un tantino carenti e da mo.



news

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

13-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 settembre 2019

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news