LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Venezia. Tre sistemi per proteggere San Marco. E nuove tecnologie per i musei civici
Elisa Lorenzini
Corriere del Veneto 17/4/2019

Beltrame: siamo tra i più avanzati al mondo. Campanile, il problema dellevacuazione

VENEZIA. Notre Dame come la Basilica di San Marco? A Parigi le fiamme si sono divorate in poche ore il capolavoro dellarchitettura gotica, in laguna i pensieri vanno ai mosaici bizantini e ai marmi della Basilica. E se succedesse qui? Il rischio zero non esiste ma la Basilica ha uno dei sistemi di protezione più avanzato al mondo rassicura lingegnere Davide Beltrame, responsabile per la sicurezza e membro della Procuratoria di San Marco cè un doppio sistema di rilevazione incendi a cui si aggiunge un sistema automatico di spegnimento. La protezione è stata fatta 15 anni fa ed è costata due milioni di euro. Cè un sistema allavanguardia posizionato in tutti i sottotetti, larea a rischio più elevato, tra le volte in muratura e il tetto in legno, che aspira laria e la analizza: in caso di fumo lancia immediatamente lallarme. In parallelo è attivo un sistema con rilevatore ottico, meno specializzati e che intervengono in un momento successivo. Cè poi un terzo sistema water mist ad acqua nebulizzata capace di occupare tutti i volumi e di soffocare lincendio. Abbiamo un doppio sistema, così se non si attiva uno, parte laltro aggiunge Non si sono mai azionati se non per motivi slegati a emergenze, ad esempio succede in sacrestia con lincenso. In caso di cantieri, che in basilica sono frequenti, si adottano stringenti misure di sicurezza: la sera viene staccata lalimentazione elettrica, e vengono messi a disposizione estintori. In più la basilica è collegata alla rete antincendio cittadina in 5 punti, una condotta arriva addirittura sul tetto.

Non ci sono sistemi antincendio, invece, nel campanile di San Marco, perché la struttura in mattoni e cemento armato ha un basso rischio. Il problema del campanile è nellevacuazione dei presenti confessa Beltrame se si blocca lascensore è stata costruita una scala che i vigili del fuoco possono montare alloccorrenza nel vano.

Destreggiarsi tra campanile e soprattutto nel labirinto della basilica non è facile, e lo è ancora meno in caso di emergenza, così entro lanno la Procuratoria sta organizzando dei sopralluoghi con le squadre dei vigili del fuoco per mostrare come sono fatte le strutture. Sono in ottime mani anche le undici sedi dei musei civici veneziani. Siamo tranquilli, tutte le nostre sedi hanno in ogni locale un rilevatore antincendio e un sistema di spegnimento o a gas inerte o di tipo hi-fog spiega la direttrice della Fondazione Musei Civici Gabriella Belli in più cè un presidio h24 e cè una dotazione interna con estintori e idranti predisposti nelle aree non espositive. Ma si sta facendo di più. Lamministrazione comunale ha stanziato 4,7 milioni di euro (di cui 3 provenienti dai fondi del Patto per Venezia) per ottenere il certificato prevenzione incendi per Museo Correr, Palazzo Ducale e teatro Goldoni: si tratta di installare nuove tecnologie di sicurezza tra cui porte taglia-fuoco e perfezionare alcuni sistemi di spegnimento automatico, e isolare alcune parti elettriche. Noi già abbiamo una certificazione con precise prescrizioni da parte dei vigili del fuoco, altrimenti non potremmo tenere aperti rassicura Belli questi sono interventi aggiuntivi che ci consentiranno di ottenere il massimo della sicurezza. Un tema che abbiamo molto a cuore è quello dei cantieri e delle ditte esterne che lavorano: per loro il responsabile della sicurezza compie accurate verifiche. Non sono interventi facili per edifici storici, ma i lavori saranno realizzati entro un anno.

Infine a proteggere la città dal fuoco cè la rete antincendio, ampliata negli ultimi due anni con sette milioni di euro di investimenti. In tutto la rete conta 52 chilometri di condotte e 760 idranti e sette centraline di pressurizzazione. Sono in arrivo, sono già partite le gare e lintervento è in corso di realizzazione, i lavori che porteranno ad altri 140 idranti e quasi 8 chilometri di rete. Si interviene nellarea Marciana, alle Zattere, a San Polo, Frari, Toletta, ai Tolentini e in zona Rio Novo.



news

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

25-06-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 giugno 2019

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

Archivio news