LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Napoli. Per Incurabili e Girolamini tavolo del Mibac
Espedito Vitolo
Corriere del Mezzogiorno - Campania 11/4/2019

I casi Girolamini e Incurabili finiscono sul tavolo del ministero per i Beni e le attività culturali. Il direttore generale Gino Famiglietti ha convocato per il 15 aprile una riunione a Roma con i responsabili dei beni culturali a Napoli tra cui il soprintendente Garella e Maria Utili, segretario generale in Campania del Mibac.

Gli sfollati degli Incurabili: cacciati dagli alberghi.
Il Mibac apre un tavolo su ospedale e Girolamini

Barricate davanti al sito: non vogliono napoletani. Il 15 vertice a Roma sul progetto contestato della biblioteca

Napoli. Dentro i tecnici a valutare crepe e lesioni, fuori due manifestazioni. Al centro il complesso monumentale degli Incurabili a rischio crollo. Da una parte associazioni e comitati con un sit in per salvare il sito cinquecentesco e le opere darte che contiene. Dallaltra gli sfollati, quelle ventuno famiglie che allimprovviso si sono trovate senza casa.

Tra i protagonisti del sit-in il Comitato Portosalvo con Antonio Pariante: Considerata lassoluta incapacità dei nostri amministratori di tutelare il nostro patrimonio storico, artistico e monumentale proponiamo di candidare la sola Farmacia degli Incurabili al Word Monument Fund di New York per evitarne la distruzione. Già nel pomeriggio lincontro con altre associazioni per formalizzare la richiesta. Visto il continuo rimpallo di responsabilità tra il Comune e la Regione - ha spiegato Lucilla Parlato di Identità Insorgenti - chiediamo al Governo e al ministro Bonisoli di intervenire al più presto per salvare gli Incurabili.

E gli sfollati? Da quando sono stati messi fuori casa per il rischio crollo non hanno trovato alberghi che li accogliessero nonostante la retta pagata dallAsl. Anzi uno solo, a SantAnastasia. Un albergo del centro ci ha detto che non accetta napoletani. E se questo non è razzismo....

La denuncia arriva anche dal consigliere regionale dei Verdi, Francesco Borrelli: LAsl si è offerta di pagare il soggiorno agli sfollati presso strutture alberghiere, ma attualmente sono ospiti in hotel a SantAnastasia. Alcuni di essi denunciano addirittura di essere stati respinti da una nuova struttura in via Settembrini, sentendosi dire: Non accettiamo napoletani. Dunque, napoletani razzisti contro altri napoletani, una situazione indecente e vergognosa. Marco Capone, uno degli sfollati, aggiunge: La vicenda dellalbergo che ci ha respinti perché napoletani è una ferita nella ferita. Siamo stati buttati fuori da chi doveva comprenderci, ora mi sento straniero in casa mia. Spero che lAsl intervenga per punire duramente quella struttura. Abbiamo fatto richiesta anche alla segreteria della Curia di Napoli per essere accolti in chiese o conventi della zona ma per ora non ci hanno risposto positivamente.

Con gli sfollati ha parlato il commissario Verdoliva che sta seguendo la vicenda e ha chiesto al prefetto e al Comune di intervenire per trovare insieme una soluzione.

Altro fronte è quello dellintervento strutturale per salvare il complesso di Santa Maria del Popolo degli Incurabili. La Regione - spiega una nota dellAsl - sta infatti provvedendo con celerità a convocare un incontro finalizzato ad individuare fonti di finanziamento necessarie a sostenere un progetto di restauro. Il tutto nel rispetto non solo del volere della fondatrice Maria Laurenzia Longo che voleva che il complesso fosse un luogo di cura per i malati incurabili ma anche della pianificazione regionale in materia di programmazione sanitaria.

Ieri pomeriggio in visita agli Incurabili il sottosegretario del Mibac Lucia Borgonzoni accompagnata da Verdoliva e dal soprintendente Luciano Garella. Uninviata del Mibac per capire in che modo il complesso monumentale sia danneggiato e quali sono gli interventi per salvarlo.

Non a caso in serata il ministero dei Beni culturali ha annunciato che aprirà un tavolo sui casi Girolamini e Incurabili. Il direttore generale Gino Famiglietti ha infatti convocato per il 15 aprile una riunione a Roma con alcuni dei responsabili dei beni culturali a Napoli tra cui il soprintendente Luciano Garella e Maria Utili, segretario generale in Campania del Mibac. Per i Girolamini, si apprende, sarà affrontato il progetto di lavori che rischia di tenere chiuso il complesso monumentale per tre anni, idea che era stata bocciata nei giorni scorsi dal ministro Alberto Bonisoli nel corso di una visita a Napoli. Nella riunione sarà affrontata anche lemergenza legata al crollo avvenuto nel Complesso Monumentale degli Incurabili.



news

16-11-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 16 NOVEMBRE 2019

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

Archivio news