LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Napoli. Girolamini, ecco il progetto. I libri verranno impacchettati
Corriere del Mezzogiorno - Campania 3/4/2019

I lavori al complesso dei Girolamini rischiano di vanificare gli sforzi per riportare al centro dellattività culturale la biblioteca, dopo lo scandalo dei libri sottratti scoppiato sette anni fa. Andrea Mazzucchi, ordinario di Filologia italiana allUniversità Federico II di Napoli è realmente preoccupato. E non lo nasconde.

NAPOLI. I lavori al complesso dei Girolamini rischiano di vanificare gli sforzi per riportare al centro dellattività culturale la biblioteca, dopo lo scandalo dei libri sottratti scoppiato sette anni fa. Dopo lallarme dello storico dellarte Tomaso Montanari sul Fatto Quotidiano, ripreso dal Corriere del Mezzogiorno, Andrea Mazzucchi, ordinario di Filologia italiana allUniversità Federico II di Napoli è realmente preoccupato. E non lo nasconde. Se la fruizione dellinestimabile patrimonio librario verrà, come sembra, interrotta, si interromperebbe per forza di cose anche lattività della Scuola di Alta formazione in Storia e filologia del manoscritto e del libro antico da lui presieduta.

Alla fine di maggio si concluderà il primo ciclo formativo che ha interessato 20 studenti e che ha prodotto la prima catalogazione di manoscritti e incunaboli custoditi allinterno della biblioteca. Speriamo si augura il professore di poter presentare i risultati il 30 del prossimo mese proprio ai Girolamini. Non vorrei che i lavori impedissero questo appuntamento. Il primo catalogo riguarderebbe gli incunaboli, vale a dire i primi libri stampati con caratteri mobili negli ultimi decenni del Quattrocento, e proprio per questo, definiti anche quattrocentine. Poi, a settembre, verrà presentato il catalogo dei manoscritti. Consideriamo questa attività osserva Mazzucchi una riparazione delloffesa subita. Oltre alla valenza sotto il profilo scientifico, il lavoro svolto grazie allintesa tra il nostro ateneo e il ministero per i Beni culturali in accordo con la procura della Repubblica (alcune aree del complesso monumentale tra i quali la biblioteca sono tuttora sotto sequestro, ndr ) può consentire anche lacquisizione di informazioni utili da parte della magistratura impegnata nel recupero dei libri asportati.

Ed è appunto alla Procura che, in previsione dellinizio dei lavori, hanno scritto sia il direttore del complesso monumentale Vito De Nicola che la responsabile del Polo museale Anna Imponente. Atti dovuti certamente, dietro i quali, tuttavia, potrebbe leggersi la preoccupazione per il futuro prossimo delle attività di ricerca in atto.

Il progetto generale riguarda, oltre alla biblioteca, anche altri ambienti della grande struttura del centro storico. Nella relazione di accompagnamento del progetto esecutivo si legge che il progetto generale è articolato in lotti funzionali e che limporto complessivo degli interventi è pari a 18 milioni di euro. In particolare, il terzo lotto riguarderà il restauro e la rifunzionalizzazione della biblioteca storica. Per raggiungere questo obiettivo si può contare su un finanziamento di 7,7 milioni: i lavori previsti consistono nel restauro e ladeguamento funzionale de impiantistico di tutte le stanze monumentali della biblioteca, nonché il restauro ed il progetto di nuovi spazi di studio, di lavoro e di fruizione. E ancora si specifica che si procederà alla protezione del materiale librario con limpacchettamento dei materiali che verranno ricollocati in situ. Evidentemente non prima della fine dei lavori stessi. Daccordo con Montanari si è dichiarato subito lex direttore della Biblioteca nazionale di Napoli Mauro Giancaspro che dal 2012 al 2014 resse ad interim la direzione della biblioteca del complesso conventuale. Ora si registra anche la dura presa di posizione del responsabile di Italia Nostra Napoli, Guido Donatone. Che ha indirizzato un appello al ministro per i Beni culturali Alberto Bonisoli. Ha scritto: Abbiamo appreso che nel 2018 è stato redatto un nuovo programma di interventi, redatto dalla Soprintendenza ai Beni Architettonici di Napoli, intitolato: Valorizzazione del percorso di visita e restauro degli spazi monumentali. Ebbene per tale programma la Soprintendenza napoletana è ricorsa alla anacronistica tecnica ottocentesca degli sventramenti, che caratterizzarono il Risanamento postcolera (1888) di Napoli. Signor ministro intervenga per evitare siffatte inconcepibili operazioni portate avanti dalla Soprintendenza napoletana .



news

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

13-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 settembre 2019

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news