LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

RESTAURI: L'Egizio svela dipinti segreti
Maurizio Lupo
Stampa Torino 01-SET-2005


La soprintendente: sono grandi medaglioni circolari, forse dell'800

Un ciclo di dipinti murari a tempera è riapparso sulle pareti di alcune sale del Museo Egizio, durante le opere di riqualificazione degli ambienti,e delle vetrine del percorso museale, promosse dalla «Fondazione Museo delle Antichità Egizie di Torino», presieduta da Alain Elkann.
«Si tratta - spiega Carlenrica Spantigati, Soprintendente ai Beni artistici - di alcuni grandi medaglioni circolari, dipinti nelle lunette al di sopra delle imposte della volta. Sono apparsi sotto strati di pittura, nelle sale 1 e 2 del Museo. Raffigurano busti di profilo, circondati sui bordi da scritte ancora indecifrate. Ritengo siano opere ottocentesche, che potrebbero legarsi a una delle fasi importanti degli allestimenti storici del Museo».
«E' un ritrovamento - sottolinea Mario Turetta, direttore regionale ai Beni culturali - che recupera una pagina ignota nella storia del palazzo. Il cantiere ha avuto inizio nel corso dell'estate. E' il primo degli interventi che la Fondazione Crt e la Compagnia di San Paolo finanzieranno per valorizzare alcuni musei, in vista delle Olimpiadi. I lavori sono stati avviati, in accordo con Marina Sapelli Ragni, Soprintendente reggente del Museo, a seguito di una convenzione con la Compagnia di San Paolo, per restaurare alcune sale e riqualificare le vetrine, in attesa anche dell'imminente conferimento del Museo dallo Stato alla "Fondazione Museo delle Antichità Egizie di Torino"».
Quando vi sarà il passaggio di consegne? «Il ministro ai Beni Culturali Rocco Buttiglione ci farà visita nel primo autunno - rende noto Alain Elkann - e l'occasione ci permetterà di fare il punto. Intanto posso dire che sono entusiasta dei lavori che vedo compiere. Il Museo quest'estate non è andato in vacanza. Non ha perso tempo.

E' in piena attività. A ferragosto ha raddoppiato i visitatori. Le sue sale sono una fucina di opere. Le audioguide multilingue sono già operative. Si stanno rifacendo le didascalie. Il pubblico che si è lamentato per la chiusura di alcune sale sappia che ne apriamo altre. La sala 1, dove sono stati ritrovati alcuni dei medaglioni dipinti, sarà presto riaperta, dopo otto anni di chiusura. Si provvede anche a riqualificare la conservazione dei papiri. Entro la metà di ottobre i cantieri in corso saranno compiuti, senza mai chiudere il Museo».
Elkann già guarda agli impegni successivi: «Faremo in modo che l'Egizio possa fare la figura che merita dinanzi al pubblico olimpico. Poi ci dedicheremo al progetto che lo amplierà nei locali oggi occupati dalla Galleria Sabauda e nei sotterranei della chiesa di San Filippo. Il comitato scientifico, guidato dall'egittologa Edda Bresciani, ha giudicato ideali gli spazi che si renderanno disponibili. Vi è grande fermento, soprattutto noto un ottimo gioco di squadra, nel quale sono compartecipi Regione, Comune, Provincia, Soprintendenze e Fondazioni ex bancarie, come mai finora si è visto in Italia».
I risultati si vedono. I cantieri, guidati dal direttore della Soprintendenza Valerio Corino, procedono a ritmo serrato. La sala 6, che ospita i celebri ritratti del Fayyum, è già un esempio di lavoro finito, come la «Tomba di ignoti» e la sala 3, dove sono affiorate tracce di altri cicli pittorici. Sono candide, con le vetrine storiche nette, riportate alle loro lignee tinte originali.


Mentre le sale 1 e 2, che accolgono rispettivamente le steli e le «mummie delle tre sorelle», sorprenderanno il pubblico con le loro novità. Qui i saggi voluti con determinazione dal Soprintendente ai Beni architettonici Francesco Pernice hanno permesso ai restauratori di Raffaele Tomaiolo di ritrovare otto medaglioni dipinti sulle pareti. Qui Luigi Vigna, responsabile del laboratorio di restauro del Museo, ha avviato interventi conservativi mirati su 100 metri lineari di «papiri dei morti». Da decenni attendevano cure, che prevedono anche sostituzione dei vetri, dei supporti e il restauro delle cornici che li racchiudono.



news

24-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news