LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Dopo l'Apollo di Veio, tocca al "nemico" Eracle rimettersi a posto
di MARIA GRAZIA FILIPPI
Messaggero Cronaca di Roma, 01-SeT-2005




La pelle rosso violacea, alla mari iera degli etruschi. Il mantello che gli copre le spalle ritroverà, fra pennellate di colore cangianti, il bruno della pelliccia del leone dalla quale fu ricavato. La cerva invece, accucciata ai suoi piedi, riacquisterà i suoi toni chiari, il vello morbido della preda ambita dall'uomo e dal dio. E' l'Eracle di Veio che ritrova il suo splendore. Grazie al restauro che il Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia ha appena intrapreso con il finanziamento della Federazione Italiana Tabaccai. Un unico progetto per ricreare l'incanto di quel gruppo di statue in terracotta policroma che già dalla fine del VI secolo a.C. giganteggiavano dall'alto del Tempio di Veio a Portonaccio. Apollo ed Eracle, il dio e il semidio, che si contendevano la cerva sacra di Delfì, famosa per le corna
d'oro, in alto, ad almeno dodici metri da terra. Statue giganti, tutte di grandezza di poco superiore al vero, incastrate sulla trave maggiore del tetto del tempio. Statue che il Veiente, lo straordinario artista che le aveva realizzate all'epoca di Tarquinio Prisco, aveva voluto in tutta la loro drammaticità, contorte su se stesse, plastiche e vigorose, con i muscoli modellati in bell' evidenza. Apollo, rinato lo scorso anno sempre con i fondi della Fit e in procinto di sbarcare in laguna come protagonista del film dedicato al suo restauro realizzato da Folco Quilici e presentato fuori programma al Festival del Cinema di Venezia, era molto sporco ma meglio conservato. Con Eracle, invece, sarà più dura.
«Ritrovato in diversi momenti degli anni '40 - spiega la dottoressa Francesca Boitani direttrice del Museo Etrusco e responsabile del restauro - è giunto a noi, diversamente da Apollo, conservato solo parzialmente e fortemente rimaneggiato da una serie d'interventi ricostruttivi, realizzati negli anni '50, che avevano interessato il rifacimento delle gambe dell' eroe, completamente perdute. Quindi l'intervento non riguarderà soltanto la necessaria pulitura delle superfici, la cui policromia è stata inesorabilmente ricoperta da strati di polvere mista a cere e protettivi, ma sarà complicato anche dai necessario rifacimento delle parti mancanti con nuove integrazioni e dalla sostituzione del vecchio e malandato supporto interno, intorno al quale sono posizionati i frammenti superstiti, con uno nuovo realizzato in acciaio inox».

Un lavoro di grosso impegno tecnico, dunque, per il quale sono stati invitati a collaborare il dottore Tuccio Sante Guido, per il restauro, il professor Maurizio Diana, per le indagini scientifiche, e i tecnici specializzati dell'Università La Sapienza di Roma e del dipartimento diagnostica dell'Enea. «Un lavoro che speriamo possa concludersi per la prossima primavera - spiega ancora la dottoressa Boitani che già pen-sa al prossimo impegno del Museo, il restauro del celeberrimo Sarcofago degli Sposi di Cerveteri, per il quale si sta ancora cercando uno sponsor in grado di sostenere i circa 200 mila euro di spese - anche se già siamo a buon punto per la realizzazione del supporto in acciaio, che abbiamo già utilizzato in altre occasioni. Mentre per l'integrazione ci affideremo ad un plasticatore in grado di realizzare le parti mancanti in una resina particolarmente malleabile e poco pesante». Ma non bisognerà aspettare la primavera per rivedere dal vivo i due nemici di terracotta. «Grandi vetrate permettono di affacciarsi nella sala dello Zodiaco dove si sta svolgendo il restauro - spiega la direttrice - e da lì sarà possibile osservare, giorno per giorno, la rinascita dell'Erede».



news

24-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news