LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Napoli. La lenta agonia in mare dellarco di basalto. Comune insensibile alla storia
Giovanna Mozzillo
Corriere del Mezzogiorno - Campania 12/3/2019

Dopo quattro mesi di appelli transennato solo il marciapiede

Un nuovo segnale di come Napoli sia incorreggibilmente distratta e sbadata nellaccudire le testimonianze della sua storia. Stavolta, ad aver bisogno di soccorso urgentissimo, è larco di basalto che, accosto alla scogliera, si leva dal mare a poche decine di metri da Piazza Vittoria e dalla Colonna spezzata. È quanto resta di un antico approdo a cui attraccavano galee, trabaccoli e tartane.

Un approdo che forse esisteva già in età vicereale, ma ovviamente era ubicato più allinterno, perché allepoca la linea di costa si snodava lungo lattuale percorso di via Chiatamone. Sicché, se questipotesi non è infondata, larco superstite sarebbe stato demolito e ricostruito dove lo vediamo ora soltanto dopo la colmata ottocentesca. In ogni caso un rudere suggestivo che meriterebbe rispetto e attenzione.

E che invece adesso, dato che la violenta mareggiata dellautunno scorso ne ha spostato la base, potrebbe crollare da un momento allaltro: pensate, pesa varie tonnellate, ma poggia su una superficie di appena pochi decimetri quadrati. Lallarme è stato lanciato da Giuseppe Farace, consigliere del Museo del Mare di Bagnoli, listituzione che, sotto la direzione di Antonio Mussari, da anni si batte con pubblicazioni e convegni affinché la memoria della nostra grande tradizione marinara possa sopravvivere nella sua integrità, e a inizio novembre lo stato di rischio è stato confermato dai vigili del fuoco, ma, da parte sua, il Comune (che Dio lo perdoni) si è limitato a transennare un tratto di marciapiedi. Dopo di che di mesi ne sono passati ben quattro, ma, sebbene fin da gennaio il Museo del Mare abbia intrapreso, attraverso la stampa e i social, una fitta campagna di informazione per sensibilizzare e allertare cittadini e autorità, campagna che ha coinvolto i circoli nautici e le associazioni sportive e alla quale ha aderito anche la sezione napoletana di Italia Nostra (è proprio dietro sua segnalazione che nasce questarticolo) nessun intervento di consolidamento è stato messo in atto. E allora, di fronte allinerzia delle istituzioni e allaggravarsi del pericolo, il Museo ha preso unulteriore iniziativa, creando un comitato per sollecitare lavori immediati e indicendo un incontro con la stampa (che si è svolto giovedì 7 marzo).

Non avrebbe potuto far di più. In conclusione ci chiediamo: adesso cosa succederà? Si interverrà in tempo utile a salvare larco, o se ne aspetterà il crollo, per poi imbastire lusuale sceneggiata del rimpianto, delle polemiche, del rimpallo reciproco delle responsabilità?



news

25-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news