LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Sette opere, vertice per allargare la mostra al Pio Monte
Gimmo Cuomo
Corriere del Mezzogiorno - Campania 7/3/2019

Le Opere di Misericordia del Pio Monte della Misericordia potrà venire o no a Capodimonte. Non cambierà nulla. La mostra su Caravaggio si farà. Il giorno dopo il no del Mibac, Bellenger lavora a una alternativa.

NAPOLI. Le Opere di Misericordia del Pio Monte della Misericordia potrà venire o no a Capodimonte. Non cambierà nulla. La mostra su Caravaggio si farà. Il giorno dopo il no del Ministero per i Beni culturali allo spostamento della tela del Merisi dalla sua storica casa in via dei Tribunali alla reggia borbonica, il direttore del Museo e del Real Bosco Sylvain Bellenger ribadisce la volontà di andare comunque avanti. E lo fa pubblicamente nel corso della conferenza, organizzata dall Inner Wheel nella sala Salvatore DAmato dellUnione industriali di Napoli, che lo ha visto protagonista assoluto.

Certamente, il contraccolpo per lo stop romano cè stato. Mi hanno quasi smembrato la mostra, avrebbe confidato a chi gli sta vicino. Ma poi, ha prevalso la voglia di reagire. Ed ecco, già ieri la prima riunione operativa con i rappresentanti del Pio Monte, che pure avevano espresso parere favorevole al prestito, da aprile a luglio, della tela, completata dal genio lombardo nel 1607. I più arrabbiati - ha rivelato il sovrintendente del Pio Monte, Alessandro Pasca di Magliano - siamo probabilmente noi. Ma certamente rispetteremo le indicazioni del Ministero. Possiamo garantire che Napoli non perderà la mostra su Caravaggio.

Certamente lintervento dallalto costringerà a rivedere i piani. Da Roma si è anche consigliato di includere il Pio Monte in un percorso espositivo allargato. Lipotesi di lavoro che abbiamo preso in considerazione - ha continuato il sovrintendente - si basa appunto sullarticolazione delle mostra su due poli. A questo punto una terza via non esiste. Probabilmente acquisteremo maggiore importanza. Nessuna preoccupazione sui tempi. Non credo - sostiene Pasca di Magliano - che possano esserci ritardi. È chiaro che la soluzione è principalmente nelle mani di Bellenger. Durante il suo lungo intervento a Palazzo Partanna, questultimo ha dedicato anche altre osservazioni sullesposizione delle opere del Caravaggio. Si tratterà - ha spiegato - di una mostra molto mirata: verranno testimoniati 18 mesi di Caravaggio a Napoli. Un momento altamente drammatico dellartista che era in fuga e in piena crisi. Come, del resto, lo è stato per tutta la sua esistenza. Si tratterà di una mostra scientifica che studierà anche la chiesa del Pio Monte che, come è noto è stata modificata dopo larrivo del dipinto, proprio in funzione di questo. Certamente in quella sede il dipinto è a unaltezza di dieci metri. Ma cercheremo ugualmente di offrire una lettura adeguata di un opera di tale valore. Il sindaco di Napoli Luigi de Magistris non ha perso loccasione del no al temporaneo trasferimento del capolavoro del Merisi a Capodimonte per attaccare il Governo. Il no del Ministero per i beni culturali allesposizione per tre mesi delle Sette opere di Misericordia di Caravaggio dalla cappella del Pio Monte al Museo di Capodimonte - ha commentato il primo cittadino - è davvero non solo una straordinaria occasione persa, ma anche un incomprensibile intreccio di veti incrociati. Il sindaco ha poi così motivato queste affermazioni: Napoli, ormai per tutto lanno, rappresenta un palcoscenico naturale, ma soprattutto culturale, di levatura mondiale e negare il godimento di unopera meravigliosa come quella del caravaggio ad una mostra-evento che attirerà migliaia e migliaia di napoletani e turisti è davvero unassurda decisione cervellotica del solito partito del No, un nonsipuotismo insopportabile.

Eppure il Ministero ha motivato la propria posizione. I rischi ai quali verrebbe esposta - è stato spiegato in una nota - al solo fine di essere trasferita presso unistituzione culturale che si trova a poco più di due chilometri dalla chiesa nella quale è ben conservata consigliano di autorizzare il prestito.

Tornando alla conferenza allUnione industriali, Bellenger ha ripercorso il suo operato da quando è alla guida del Museo e del Real Bosco. E ha fornito anche importanti anticipazioni su futuri appuntamenti. Ha annunciato, per esempio, che la prossima festa in programma nel mese di giugno, avrà come tema il giardino italiano. E, sempre la prossima estate, Capodimonte ospiterà un concerto del maestro Roberto De Simone con la partecipazione di oltre 150 musicisti. Nelloccasione verrà eseguita una partitura di Mozart mai suonata prima dora. Infine un passaggio sulla valorizzazione delle opere dellOttocento napoletano. LOttocento richiede spazi, quindi dovremo aspettare il restauro della Casa dei Principi.



news

20-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 20 settembre 2019

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news