LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

IL giudice ordina alla soprintendenza: "II giubilare non custode adeguategli le mansioni"
FRANCA SELVATICI
31 AGO 2005 Firenze

Nel '99 furono mille i lavoratori precari assunti in vista del Giubileo con la qualifica di assistenti tecnici museali



SE RISPETTO a qualche anno fa nei musei italiani c' un minor numero di sale chiuse, lo si deve al contributo dei giubilari, i mille lavoratori precari assunti nel '99, in vista del Giubileo, con la qualifica di assistenti tecnici museali (Atm).

Da allora i loro contratti sono stati rinnovati ma non mai arrivata la assunzione a tempo indeterminato. E buona parte degli Atm sono stati utilizzati nelle mansioni di custodi, al di sotto della loro qualifica professionale.

Qualche mese fa uno di loro, che ha lavorato prima agli Uffizi e poi alla Galleria Palatina, stufo di svolgere un lavoro inferiore rispetto al suo inquadramento, si rivolto al giudice del lavoro. E ha vinto.

Il giudice Giampaolo Muntoni ha ordinato alla Soprintendenza speciale per il polo museale fiorentino e al Ministero dei beni culturali di adibire il lavoratore a mansioni adeguate al suo livello di inquadramento. E' una vittoria che potrebbe innescare una reazione a catena di ricorsi, ma al tempo stesso complicare la difficile vertenza dei giubilari, che chiedono di essere stabilizzati.

Nei musei italiani e' una drammatica carenza di addetti ai servizi di vigilanza. Il problema, cronico, tornato di attualit dopo l'allarme terrorismo e l'installazione dei metal detector all'ingresso dei musei.

L'assunzione a termine di mille lavoratori a tempo parziale, deliberata con la Finanziaria '99, mirava proprio a rinforzare le esigue schiere degli addetti alla custodia e alla tutela del nostro patrimonio culturale. Su proposta dell'allora ministro dei beni culturali Walter Veltroni fu bandito un concorso per selezionare lavoratori in grado di accogliere il pubblico anche in lingua straniera e di fornire informazioni sui musei e sui beni in essi conservati. L'obiettivo era quello di migliorare il livello di accoglienza nei musei italiani. E infatti i nuovi assunti furono inquadrati in un profilo istituito ex novo (B3) di Assistente alla vigilanza, sicurezza, accoglienza, comunicazione e servizi al pubblico.

Ma l'urgenza era quella di tenere aperte le sale. Il soprintendente ai beni artistici di Firenze Antonio Paolucci lo chiari in una lettera inviata il 5 novembre '99 ai direttori degli Uffizi, dell'Accademia, della Galleria Palatina e di San Marco: D'ora in poi la triste indicazione "sala chiusa per mancanza di personale" non dovr pi apparire.
E perci dispose che i nuovi assunti venissero utilizzati con responsabilit uguali a quelle dei custodi di IV livello.

Una posizione ribadita anche il 12 febbraio 2001 davanti ai sindacati: Nella realt dei musei fiorentini prioritaria e irrinunciabile la necessit che gli assistenti tecnici museali svolgano servizio di custodia in sala. Di fatto gran parte degli Atm hanno lavorato come custodi e molti di loro sono stati coordinati da colleghi inquadrati in un livello inferiore. Per questo la sentenza di Firenze potrebbe innescare una serie di ricorsi. Ma proprio questa prospettiva rischia di assottigliare le speranze degli assistenti tecnici museali di essere finalmente assunti a tempo indeterminato.



news

18-11-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 NOVEMBRE 2019

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

Archivio news