LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Caravaggio. Restauri e antibiotici. San Bernardino risplende
Rosanna Scardi
Corriere della Sera - Bergamo 24/2/2019

Sei mesi di restauri, anche con un trattamento biocida, una sorta di antibiotico che ha debellato colonie di muffe dallaffresco. Un miracolo laico, ha detto il sindaco di Caravaggio Bolandrini presentando gli esiti delloperazione nella chiesa di San Bernardino affollatissima. Laffresco, steso su una superficie di 80 metri quadrati, fu dipinto nel 1531 dal Fermo Stella.

Il ciclo della Passione, che con i suoi 80 metri quadrati di colori e figure, è il più grande dipinto del Fermo Stella, realizzato nel 1531 nella chiesa di San Bernardino, a Caravaggio, è stato restituito nel suo splendore ai cittadini. Siamo intervenuti prima che il fumo delle candele e lumidità distruggessero questo capolavoro, è un miracolo laico, afferma, entusiasta, il sindaco Claudio Bolandrini nel ringraziare i moderni mecenati che hanno finanziato il restauro devolvendo, attraverso lart bonus, 258.000 euro. A metterci mano, per sei mesi, è stata la restauratrice Giuseppina Suardi insieme alle sue collaboratrici , che ha svelato il dietro le quinte del lavoro. Il primo compito è stato il consolidamento della calce con liniezione di emulsioni a bassa concentrazione per fissare il colore, che era stato mescolato dallartista alla colla di coniglio. Erano evidenti, infatti, i danni causati dalle tante infiltrazioni di acqua piovana subìte per anni: efflorescenze saline, patine bianche di carbonato di calcio e micro scaglie di pittura che si sono sollevate. Il Crocifisso e la figura di Gesù erano le parti più danneggiate tanto da presentare vere colature afferma la restauratrice . Si è reso necessario applicare il trattamento biocida, una sorta di antibiotico che ha disinfettato laffresco dalle colonie di muffe. La seconda parte del lavoro ha portato a sostituire le stuccature dei precedenti interventi. La certezza è che siano stati tre, avvenuti alla fine dell800, nel 1944 e negli anni 70. La lampada a raggi ultravioletti, passata sulle figure, ha rivelato i ritocchi effettuati con caseina, colle e resine: volti imbellettati, rossetti, ombretti, pupille ridipinte cambiando, a volte, pure la direzione dello sguardo. Abbiamo evitato laccanimento terapeutico, tanto che dove la pulitura non era possibile si è scelto di trovare un accordo cromatico, aggiunge la Suardi. Lultimo passo, il più delicato, è consistito nella reintegrazione pittorica. Impossibile riportare lopera allo stato originale, senza usare la fantasia. Il cielo che vedete oggi è grigio, ma abbiamo trovato frammenti di azzurrite, mentre le cornici dei riquadri sono rosso morellone, in realtà è una base preparatoria, su cui è stato steso il pigmento blu a secco, poi scomparso del tutto, aggiunge lesperta. Il direttore dei restauri è larchitetto Gianmaria Labaa che ha paragonato Il ciclo della Passione a un essere umano, unico e irripetibile, purché si abbia la pazienza di volerlo conoscere, che ci coinvolge nella drammaticità, nella maestosità e nellimpostazione pittorica.

La prossima settimana inizieranno i lavori di restauro delle cappelle della Madonna, di San Bartolomeo e San Bonaventura, oltre a quelli idraulici, elettrici e per dotare ledificio sacro di un impianto di riscaldamento. Saranno sistemati anche il portale e il confessionale. Nel frattempo, si cercano fondi per ristrutturare la chiesa dei Religiosi.




news

18-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news