LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Venezia. San Marco, il piano per i locali storici
Elisa Lorenzini
Corriere del Veneto 21/2/2019

Aste del Demanio, regolamento e concessioni più lunghe per salvare le attività tradizionali

VENEZIA. Prima un tavolo tecnico tra Regione e Comune a caccia di unintesa, quindi un regolamento che salvaguardi i negozi storici, introducendo divieti o un regime di autorizzazioni per le nuove aperture, in modo da scongiurare, nel pasticcio del rinnovo delle concessioni demaniali in piazza San Marco, un turnover che finisca con lespellere attività tradizionali per dar spazio a venditori di paccottiglia o allextra lusso dei brand globali.

VENEZIA. Prima un tavolo tecnico tra Regione e Comune per trovare lintesa e poi un regolamento che salvaguardi i negozi storici introducendo divieti o un regime autorizzatorio per le nuove aperture, così da scongiurare, nel pasticcio dei rinnovi delle concessioni demaniali in Piazza San Marco, un turnover che espella le attività storiche per far spazio a paccottiglia o allextralusso dei grandi brand globali. Con le nuove gare a pubblicità internazionale sono a rischio infatti attività che fanno la storia e lidentità di piazza San Marco. La Galleria Ravagnan, la più antica galleria della città, la gioielleria Nardi aperta negli anni Venti, il negozio di merletti e specialità veneziane Martinuzzi del 1932, la gioielleria Giordan che affonda le sue radici alla fine dellOttocento, le vetrine con i preziosi oggetti in vetro di Salviati, un secondo negozio di specialità veneziane al civico 72G, Lonchamp, Desiree e La Bottega dellArte, Tokatzian, Pauly. In parte il Caffè Chioggia, e solo di striscio il rinnovo coinvolge il Caffè Florian. Anche la Compagnia della Vela è demaniale, ma essendo associazione segue una normativa in parte differente: ciò non toglie che un domani potrebbe lo stesso rischiare. Comune e Regione presto si metteranno al lavoro per poi presentare lintesa alla Soprintendenza dopo la richiesta di aiuto lanciata dallAssociazione Piazza San Marco in rappresentanza dei commercianti. La piazza, con le sue Procuratie e i locali e negozi che rendono inconfondibili il panorama, costituiscono un patrimonio che tutta lumanità dovrebbe tutelare interviene il capogruppo della Lega Nord in consiglio Regionale Nicola Finco - Per evitare il degrado del tessuto commerciale e la perdita di maestranze uniche, potremmo prendere spunto da quanto già fatto in altri siti artistici italiani. Il riferimento è al regolamento adottato da Firenze per tutelare i negozi del centro grazie alle possibilità offerte dal dl 222 del 1996 che permette di adottare provvedimenti che limitano lesercizio di attività economiche per ragioni di tutela e valorizzazione del patrimonio in accordo con la Regione e sentita la Soprintendenza. Questi sono problemi facilmente superabili con lautonomia delle Soprintendenze, aggiunge Finco questa è una partita che stiamo giocando sui tavoli romani. I consiglieri regionali del gruppo Lega Nord hanno presentato uninterrogazione alla Giunta Zaia per chiedere di attivarsi con governo e Demanio per chiedere concessioni più lunghe come per gli stabilimenti balneari che hanno raggiunto quota 15 anni, e lapprovazione del regolamento per i negozi storici. Il Comune accoglie la richiesta dice lassessore al Bilancio Michele Zuin lamministrazione si è già attivata per tutelare la città antica con le delibere che bloccano nuovi alberghi e i take away. Grande è la preoccupazione dei commercianti. Alberto Nardi è in attesa di sapere chi si è fatto avanti per avere una porzione del suo negozio: chiediamo che in una eventuale gara il Demanio valuti anche il parametro qualitativo. È spaventata la gallerista Chiara Ravagnan: Se gli artisti vengono a sapere che il negozio è a rischio perdo i contratti. Interviene anche il presidente dellassociazione Piazza San Marco Claudio Vernier che dice: La città sta vivendo una crisi economica e sociale evidente: ogni giorno vengono colpite le ultime attività storiche legate alla tradizione. Setrak Tokatzian chiede che tutti gli edifici storici che contraddistinguono la piazza siano tutelati. Restano aperti dubbi sulla normativa, a iniziare dalla possibilità di mettere a gara porzioni di un fondo vincolato senza averlo scorporato, o la cancellazione del diritto di prelazione che vale per i beni privati. Secondo il presidente della Compagnia della Vela Pier Vettor Grimani per alcune attività storiche, come i caffè della piazza, andrebbe vincolata lattività, la normativa lo consente.



news

10-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 10 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news