LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Pompei. Emerge altra bellezza con la stanza di Leda e l'affresco di Narciso
Giovanna Pavesi
Il Giornale, 14/02/2019

Dopo il ritrovamento del quadretto di Leda, in queste ore è riapparso alla luce l'affresco che rappresenta il mito, secondo l'iconografia classica. Nell'atrio di Narciso trovate anche anfore, contenitori di vetro e un imbuto di bronzo.
Perché, dopo il ritrovamento del quadretto di Leda e il cigno, nel corso delle operazioni di consolidamento lungo via Vesuvio, in queste ore, infatti, dallo scavo Regio V, è riapparsa un'alcova raffinata.
E, alle spalle dell'ambiente, è tornata in luce anche parte dell'atrio della dimora, con pareti dai colori accesi e l'affresco di Narciso, che lo vede specchiarsi nell'acqua rapito dalla sua immagine, secondo l'iconografia classica.

I decori e altri ritrovamenti
I decori di "quarto stile", con ornamenti floreali, intervallati da grifoni con cornucopie, amori volanti, nature morte e scene di lotte tra animali, contraddistinguono l'intera stanza di Leda. Ed è sul soffitto, crollato dal peso dell'eruzione, che si estendevano queste illustrazioni, i cui frammenti sono stati recuperati dai restauratori per ricomporne la trama. Nell'atrio di Narciso, poi, sembrerebbe ancora visibile la traccia delle scale che conducevano al piano superiore ma, soprattutto, il ritrovamento nello spazio del sottoscala, utilizzato come deposito di una dozzina di contenitori in vetro, otto anfore e un imbuto in bronzo.

Il progetto archeologico
"La bellezza di queste stanze, evidente già dalle prime scoperte, ci ha indotto a modificare il progetto e a proseguire lo scavo, per portare alla luce l'ambiente di Leda e l'atrio retrostante", ha spiegato Alfonsina Russo, la direttrice del Parco archeologico di Pompei. Che ha aggiunto: "Ciò ci consentirà, in futuro, di aprire alla fruizione del pubblico almeno una parte di questa domus". Secondo quanto spiegato da Russo, lo scavo è stato possibile nell'ambito del più ampio intervento di messa in sicurezza e riprofilamento dei fronti delle richerche, previste dal Grande Progetto Pompei, "che sta interessando gli oltre tre chilometri di perimetro che costeggia l'area non scavata di Pompei". "Nel rimodulare la pendenza dei fronti che incombevano minacciosamente sulle strutture già in luce", conferma la direttrice, "sono venute fuori questi eccezionali ritrovamenti. In questa delicata fase, il collega Massimo Osanna sta proseguendo la direzione scientifica dello scavo per fornire il suo prezioso e competente supporto e garantire una linea di continuità scientifica alle attività di scavo".

Narciso e la gioia di vivere
Osanna ha sottolineato, infatti, come "proseguano le straordinarie scoperte di questo cantiere", sottolineando la bellezza della scena di un mito, quello di narciso, "ben noto e più volte ripetuto a Pompei": "Tutto l'ambiente è pervaso dal tema della gioia di vivere, della bellezza e vanità, sottolineato anche dalle figure di menadi e satiri che, in una sorta di corteggio dionisiaco, accompagnavano i visitatori all'interno della parte pubblica della casa. Una decorazione volutamente lussuosa e, probabilmente, pertinente agli ultimi anni della colonia, come testimonia lo straordinario stato di conservazione dei colori".

http://www.ilgiornale.it/news/cultura/pompei-emerge-altra-bellezza-stanza-leda-e-laffresco-narciso-1645352.html


news

24-06-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 giugno 2019

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

Archivio news