LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Roma. I musei statali potrebbero trasformarsi in fondazioni private? Per il collettivo Mi Riconosci potrebbe accadere
Finestre sull'arte, 07/02/2019

Attraverso un lungo articolo pubblicato oggi sul suo sito web, il collettivo Mi Riconosci? Sono un professionista dei beni culturali, che da anni si batte per i diritti dei lavoratori nel settore dei beni culturali, considera plausibile leventualità di una trasformazione dei musei statali in fondazioni di diritto privato. Per il movimento si tratta, come si spiega nel pezzo, di un sospetto che esiste da tempo e giorno dopo giorno sembra avvicinarsi sempre più a una certezza: se ne parlava, spiega il collettivo, quando la riforma Franceschini era solo unidea, e ora se ne parla sempre di più, in occasioni pubbliche e nei corridoi del Parlamento; se ne è parlato alla prima riunione dei direttori dei nuovi Musei autonomi, e anche adesso che la riforma Franceschini è sotto attacco, dati i suoi evidenti malfunzionamenti, le voci a difesa della stessa di colpo dicono: toccate tutto, ma non i Musei autonomi.

Nellarticolo si fa riferimento, in particolare, ad alcuni eventi come la tavola rotonda Le fondazioni e il patrimonio culturale: progetti ed esperienze a confronto, tenutasi al MAXXI di Roma lo scorso 30 novembre, o come lincontro del 13 novembre del 2017 tra lallora ministro Dario Franceschini e i venti direttori dei musei autonomi nellambito del quale si discusse anche di una proposta, avanzata dallallora direttore della Reggia di Caserta, Mauro Felicori, di trasformare i grandi musei in fondazioni.

Per Mi Riconosci, ci sarebbe un secondo fine non detto né dichiarato: che senso avrebbe, si domanda il collettivo nellarticolo, permettere ai più ricchi e attrattivi Musei italiani di mantenere il 70% degli introiti e non comunicare con il territorio, se non quello di provare a risanarne almeno in parte i conti, scindendoli nel frattempo da tutti i musei meno produttivi dal punto di vista economico, per poi consegnarli belli e impacchettati al privato pronto a gestirne e trarne profitti, oneri e onori?. Inoltre, si scommette sul fatto che il passaggio da musei pubblici a fondazioni di diritto private sarà il mantra dei prossimi mesi.

Larticolo prosegue con un elenco di quelli che, secondo il collettivo, sarebbero i vantaggi e gli svantaggi di unoperazione simile, e con unanalisi di quelli che potrebbero esserne i motivi. Attendiamo smentita secca da parte del Ministero, conclude Mi Riconosci, o saremo pronti a fare tutto il possibile per impedire una simile trasformazione. Per adesso lunica certezza è che questo articolo farà molto discutere.

https://www.finestresullarte.info/flash-news/3282n_mi-riconosci-sospetto-musei-statali-fondazioni-private.php


news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news