LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

I cittadini e lidentità storica, tra i Sassi un modello virtuoso
Francesco Saverio Acito*
Corriere del Mezzogiorno - Puglia 7/2/2019

* Francesco Saverio Acito ex sindaco di Matera

Ho letto lintervista al Corriere del Mezzogiorno rilasciata lo scorso primo febbraio da Pietro Laureano sulle vicende della rivitalizzazione dei Sassi di Matera. Ritengo utile, da parte mia, sindaco della città dal 1986 al 1993, dare ai vostri lettori una giusta informazione.

Soprattutto dare informazioni su quanto si è realizzato in quegli anni per perseguire lobiettivo di rivitalizzazione. La città di Matera, insieme alla cultura locale e nazionale, aveva cominciato ad interrogarsi sul destino dei Sassi abbandonati già dagli anni 60, e nel 1967 un convegno nazionale aveva indicato la strada di un Concorso Internazionale dIdee.

Il concorso, bandito nel 1974, aveva visto prevalere la linea culturale del risanamento conservativo residenziale dei Sassi; e con esso la salvaguardia del prospiciente Altipiano Murgico.

Lidea vincente (gruppo Giuralongo) veniva attuata con i primi Piani di Recupero sperimentali (1980): allapertura del cantiere intervenne il presidente del Consiglio dellepoca, Giovanni Spadolini.

Seguì una nuova Legge Speciale (n.771/1986), votata allunanimità da tutte le forze politiche del Parlamento (primi firmatari, tra gli altri, Colombo,Viti e Cardinale) che finanziava lattuazione delle risultanze del concorso, articolate in Programmi Biennali, dei quali il primo veniva approvato in Consiglio Comunale nel 1988, ed il secondo nel 1994, insieme al Piano del Parco della Murgia Materana, nel frattempo istituito.

Partivano così i primi mirati cantieri di recupero, che vedevano protagonisti amministrazione comunale e cittadini che tornavano ad abitare nei Sassi.

La mia amministrazione e la comunità materana avevano chiara lidea di cosa fare per i Sassi ed insieme ai consulenti Cuoco, Giuralongo, Acito, Lamacchia e Rota decisero di proiettare la città verso un traguardo internazionale, affidando allarchitetto Laureano il compito di redigere il Rapporto di candidatura allUnesco. Una candidatura non di area archeologica, come qualcuno pensava, ma di una città antica in fase di straordinaria riabilitazione: del che presero atto anche i commissari IcoMos che visitarono i Sassi nellestate 1993. Una candidatura centrata.

Si è realizzata così la sfida che ha portato Sassi ed Altipiano Murgico a nuova vita, presupposto ai successivi traguardi raggiunti, come quello attuale di Capitale europea della Cultura per il 2019. E senza passerelle e/o villaggi turistici di sorta. Credo che quando il presidente Sergio Mattarella addita Matera come un Sud che funziona, abbia in mente proprio questo modello di collaborazione virtuosa tra cultura e politica, tra cittadini e loro identità storica.




news

21-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 21 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news