LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Torino. Caos al museo della Resistenza. Il direttore Vaglio lascia
Paolo Morelli
Corriere della Sera - Torino 7/2/2019

Il Comune convoca i vertici. Tra i problemi: pochi soldi e carenza di personale

Guido Vaglio lascerà il Museo Diffuso della Resistenza a fine mese, quando tornerà a lavorare come semplice funzionario comunale. La decisione è stata presa a dicembre, con una lettera indirizza alla sindaca, Chiara Appendino, e allassessora alla Cultura, Francesca Leon.

Una decisione sofferta che arriva per motivi personali e che, però, scopre una situazione interna al museo piuttosto complessa. È un periodo di forte incertezza, perché lente attende un piano di riorganizzazione, che potrebbe portare alla fusione con il Polo del 900, ma soprattutto non sa ancora chi sarà il nuovo direttore. La scadenza si avvicina sebbene la data del 28 febbraio non sarebbe ancora confermata e il tempo per effettuare i necessari passaggi di consegne si restringe. La causa scatenante sarebbe una diatriba interna, che non si è ancora conclusa, che ha portato a un inasprimento del clima nel momento in cui il museo si trovava già in una situazione di debolezza, testimoniata anche dal veloce avvicendarsi dei presidenti. A metà 2017 si era dimesso Pietro Marcenaro, sostituito da Adriano Andruetto con lidea di una presidenza a termine in vista della ridefinizione della dimensione museale e la conseguente fusione con il Polo del 900, affine per funzioni e missione. Ma anche Andruetto, lo scorso anno, ha lasciato il suo incarico, che è passato a Franco Quesito, rappresentante del Comune di Torino. Proprio Palazzo Civico, alla luce della situazione interna, intende vederci chiaro e ha convocato direttore e presidente per la prossima settimana. I nodi da sciogliere sono parecchi. In primis la situazione economica, che è purtroppo comune a molte realtà culturali, ma sul Diffuso pesa anche la questione del personale. In questo momento, infatti, i dipendenti al suo interno sono tre, impiegati part-time, ai quali si aggiungono altri due dipendenti in distacco dal Comune. Risorse non sufficienti per procedere alla riorganizzazione dellente. Chi resta positivo è Alessandro Bollo, direttore del Polo del 900, che non si mostra preoccupato dalla situazione interna al Museo Diffuso della Resistenza. Cè una due diligence spiega che sta valutando gli scenari e la fattibilità della fusione, ma in questo momento è prematuro fare qualunque tipo di valutazione, dobbiamo prima vedere le implicazioni economiche e culturali, restiamo in attesa. Il procedimento, in ogni caso, dovrebbe essere completato verso il mese di maggio. Laccorpamento al Polo del 900 è una prospettiva che fu ventilata già dallo stesso Guido Vaglio, in quanto le missioni dei due enti dirimpettai sono diventate molto simili, ma dalle parti del Museo Diffuso della Resistenza la preoccupazione resta alta.




news

10-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 10 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news