LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Paesaggio, idee e strategie REINVENTARE I BENI CULTURALI
di MASSIMILIANO FINAZZER FLORY
Corriere del Veneto 30-AGO-2005




Spesso si parla della cultura come possibile fattore di sviluppo dell'economia. Raramente si pensa a essa quale vera e propria strategia per la crescita materiale e immateriale del Paese. Da fattore a strategia: passaggio non facile eppure necessario. Si tratta di ripartire da esperienze e conoscenze stratificate in simboli e segni per riunire ci che stato spezzato: il rapporto tra il paesaggio naturale e quello culturale. Patrimonio estetico che potrebbe essere palinsesto da offrire allo sviluppo etico ed economico. Tuttavia, spesso si viene, in questo campo, a contrapporre una cultura distorta e strumentalizzata, tesa a enfatizzare di volta in volta l'essere piuttosto che il fare, la teoria contro la pratica.
Ma, il vero problema che pongono oggi i beni culturali quello relativo alla loro immagine. Perch noi non siamo pi in grado di immaginare nulla di nuovo intorno a essi. Anzi, le uniche idee che abbiamo sono quelle vecchie, quelle di sempre, ovvero: ossificare, cristallizzare, irreggimentare la cultura dentro gabbie pseudo-dorate quali i musei. Ma per visitare i beni cultuali bisogna abitarli, prima ancora che controllarli e custodirli. Per sapere qualcosa sulla loro immagine bisogna anche immaginare non solo quello che sono ma quello che potrebbero essere. Tra scomparse e apparizioni i beni culturali scartano la via pi breve, quella del presente, della cronaca. L'immagine artistica , o dovrebbe essere, scomoda testimonianza. Le forme artisti-che segnano il valore della diversit, a partire dalle nostre citt. Interpretazione dei beni culturali come loro liberazione, malgrado tutto. Se, nell'occhio, possibile trovare un ascolto di un tempo che fu e che tuttavia ancora non . Paradossale assenza del presente nell'arte. Formidabili figure di spazi simbolici dove transitano in perfetto orario mezze apparenze, mezze verit. Immagini che (ci) fissano, che (ci) interrogano per destrutturarci. Per proiettare sullo schermo della nostra immaginazione i vissuti, le storie, i pensieri iscritti nell'opera. Immagini artistiche che ci ricordano accessi dimenticati. Si entra, in questo modo, nella cultura uscendo da pregiudizi e stereotipi che sempre gravano sulla categoria del bello. Cos, l'arte, in realt, ci conduce come una guida, senza governo, proprio perch si sottrae al controllo del conformismo.
Per scoprire una forma che pensa nei beni culturali dove i punti di vista si raddoppiano affrontati sotto lo sguardo di un terzo: l'immaginazione come ci che non forma l'immagine ma la de-for-ma. Deformazione come slogatura procurata al reale, sgambetto alla chiacchiera del quotidiano. Le opere d'arte sono perci 1 loro effetti, ci che resta di una ri-flessione ovvero di ulteriore piegamento dell'immagine artistica su di s. Se convocati davvero, mettendoli in discussione, i beni culturali non si presentano pi provenendo da musei nei quali giacevano fingendo riposo. Le opere vengono ora esposte al rischio. Alla luce, per una seconda volta. Alla ricerca di un altro ob(b)iettivo - che non sia quello della macchina fotografica del turista o cittadino pigro e passivo -, per dare una risposta alla nostra domanda di senso attraverso frammenti, torsi, lembi di verit. Per scoprire che la vita sta all'arte come la contemplazione alla libert.



news

18-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news