LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Nassiriya, prima pietra del centro culturale donato dal governo italiano
30 AGO 2005 Secolo d'Italia




ROMA. Il comandante della Italian Joint Task Force in Iraq, il generale Pietro Costantino ha posto domenica la prima pietra del centro culturale donato dal governo italiano alla città di Nassiriya e che costerà 450mila dollari, all'inarca 360mila euro. Il vice governatore della regione di Dhi Qar, Ahmad al-Shaykh Ali, ha dichiarato che «il complesso sorgerà sulle rovine dell'ex circolo degli impiegati nel cuore della città e si ergerà su una superficie di 500 mètri quadrati».

La struttura, ha precisato Ali, comprenderà «un teatro con una capienza di 200 persone, una biblioteca, postazioni internet, una galleria ed altre sale polivalenti», aggiungendo che «il centro culturale sarà pronto tra 180 giorni e sarà realizzato sotto la sovrintendenza diretta della squadra di ingegneri delle forze italiane». Per l'occasione è stata Organizzata una festa sul luogo in cui è stata posta la prima pietra del centro. L'iniziativa italiana è stata quindi elogiata perché rafforza i legami d'amicizia tra i due paesi. Le forze italiane in Iraq, oltre al mantenimento della sicurezza, garantendo la stabilità alla zona, stanno contribuendo alla realizzazione di diversi progetti di servizi nella regione, anche con sovvenzioni e patrocini di progetti nei settori dell'istruzione, della sanità, della cultura, dell'acqua potabile e delle fognature.
Intanto è in via di completamento un'altra opera italiana: lo stadio di Nassiriya. L'ingegnere Ali al-Dajili, coordinatore generale tra il consiglio regionale locale di Dhi Qar e il contingente italiano in Iraq, ha affermato che «la squadra edile delle forze italiane ha iniziato la fase conclusiva dei lavori per il complesso sportivo cittadino».
Dajili ha aggiunto che «il campo sportivo potrà contenere cinquemila spettatori e si trova nella zona di Sudaynawiyya. Sarà costituito da diverse aree per l'allenamento dedicate a varie discipline, da un'area coperta, da una pista ciclabile e altri servizi».
La situazione a Nassiriya attualmente è calma, almeno in apparenza, dopo che fino a cinque giorni fa si erano avuti duri scontri tra le fazioni sciite a causa dei contrasti sulla costituzione. Come ha affermato il colonnello Fabio Mattiassi; portavoce del contingente militare italiano, a fronteggiarsi erano stati, come in altre parti dell'Iraq, l'Esercito del Mahdi dell'estremista Moqtada Sadr, e le Brigate Badr, la milizia del Supremo consiglio della Rivoluzione islamica in Iraq, principale partito sciita del Paese. Della cosa si era occupata esclusivamente la polizia locale irachena.



news

21-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 21 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news