LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Badia in bolletta, chiude il liceo
GIUSEPPE MUOIO
27/08/2005 Il Mattino



Cava de'Tirreni. Ancora una ferita per la città ed in particolare per la scuola cavese. L'abate della Badia padre Benedetto Chianetta ha decretato per motivi economici la chiusura del liceo scientifico statale funzionante presso l'abbazia benedettina. Per molti un colpo a ciel sereno, per altri era nell'aria. Una decisione che ha lasciato il segno. I docenti, i genitori e gli alunni ne sono stati informati solo nel mese di agosto. «Solo nei primi giorni del mese ci è stato comunicato che il Liceo scientifico non avrebbe riaperto i battenti a settembre e che erano stati predisposti già i nulla osta per le iscrizioni ad altri istituti.Abbiamo sollecitato incontri con docenti, padre abate e con lo stesso preside, la volontà, purtroppo, del padre abate di mettere fine a questa esperienza educativa è risultatata fino ad oggi vincente, anche se non mancano i tentativi di mantenere in vita l'istituzione che è stata un vanto per la città e per l'abbazia». così uno dei genitori. Una decisione non condivisa, pare dal preside padre Eugenio Gargiulo, dai docenti e dai genitori. C'è una forte resistenza, qualcuno ha minacciato di ricorrere al magistrato non ricorrendo gli estremi per una chiusura improvvisa e penalizzante per i docenti e per le famiglie. Attualmente risultavano iscritti al Liceo 60 alunni per le cinque classi, 11 docenti.Oggi i primi sono costretti a trovare nuove istituzioni, i secondi nuova sistemazione. « Non bisogna dimenticare - si agita uno dei docenti - che già dall'inizio di luglio si è attuato la tattica del disimpegno, rifiutando iscrizioni o non incoraggiandole, siamo sicuri tra luglio, agosto e settembre avremmo potuto incrementare ampiamente le classi».E'doloroso dover constatare che in quattro anni è stata cancellata di colpo una esperienza, quella della scuola, che viveva dalla seconda metà dell'ottocento. Prima con il liceo classico dove docenti come Bonazzi, Infranzi, Dipalma, Marra, Trezza e tanti altri che hanno onorato la scuola e l'impegno educativo, poi le scuole elementari e medie e infine il Liceo scientifico anche se nato negli anni 60. Intanto nelle corridoi silenziosi dell'abbazia si vive lo scontro tra padre abate sempre più deciso a utilizzare la struttura per altri progetti CULTURALI e chi si batte per la conservazione dell'impegno didattico scolastico. Questi ultimi hanno trovato e troveranno sempre più solidarietà nella città e tra gli ex alunni. « Lì abbiamo respirato cultura e fede» Padre Gargiuolo stava lavorando perchè la scuola della Badia diventasse una scuola di eccellenza pur tra tanto disagio.Oggi la decisione di padre Abate, dettata da difficoltà economiche frusta progetti, iniziative e perchè no, sogni di un ritorno della scuola della Badia ai tempi dei Bonazzi e di tanti maestri. Intanto i nulla osta stanno sulla scrivania ed attendono di essere firmati. Per ora padre Eugenio è assente per malattia, molti sperano che avvenga il miracolo e che padre abate venga convinto a recedere dalla propria decisione e trovi le risorse utili. I più vicini sostengono che essa è maturata con sofferenza, ormai si era alla fine e che il taglio doveva essere netto. Ben altri progetti potrebbero essere attuati legati alla realtà culturale del Museo restituito alla sua funzione o alla stessa Biblioteca e al suo ricchissimo patrimonio quotidianamente meta di studiosi. « E' possibile coniugare scuola e progetti CULTURALI, occorre saper utilizzare uomini e risorse» commenta il professore Franco Bruno Vitolo, già docente alla Badia.



news

24-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news