LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Venezia. Navi, 3 soluzioni sul tavolo di Toninelli
f. b.
Corriere del Veneto 19/1/2019

Il Porto presenta la comparazione tra i progetti. Il ministero: tutelare il patrimonio

VENEZIA. Sono rimasti tre progetti, tra questi il ministero alle Infrastrutture sceglierà quello che toglierà le grandi navi dal bacino di San Marco. In questi giorni infatti lAutorità portuale di Venezia ha presentato la comparazione tra i progetti che aveva richiesto il ministro Toninelli: da Marghera alla Marittima, fino alla bocca di porto del Lido. Tuteleremo il patrimonio culturale-paesaggistico e allo stesso tempo lattività turistica, sottolinea il ministero.

VENEZIA. Ne resterà soltanto uno, si potrebbe dire prendendo a prestito lHighlander - Lultimo immortale, il film interpretato da Christopher Lambert. Intanto ne sono rimasti tre, e tra questi il ministero delle Infrastrutture sceglierà la via o la stazione alternativa al passaggio delle crociere davanti a San Marco.

In questi giorni infatti lAutorità di sistema portuale di Venezia e Chioggia ha inviato al Mit le schede sintetiche dei progetti depositati nel corso di questi anni: da Marghera alla Marittima, fino al terminal alla bocca di porto del Lido così come era stato definito durante lincontro di novembre in cui il ministro Danilo Toninelli aveva chiesto al presidente del Porto Pino Musolino un approfondimento sui progetti finora presentati per poter arrivare ad una scelta secondo basi tecniche definite. Che il ministro decida e poi ci faccia sapere, tagliano corto da Ca Farsetti secondo cui il punto di partenza (ma anche di arrivo) deve essere il Comitatone del 7 novembre 2017 in cui era stata definita la doppia soluzione: Porto Marghera per le navi più grandi, la Marittima per quelle più piccole passando per il canale Vittorio Emanuele come aveva proposto il sindaco. Adesso le schede sintetiche sono al vaglio dei tecnici del ministero, che hanno individuato alcune proposte interessanti e meritevoli di approfondimento tecnico. E in coro un intenso lavoro di analisi delle opzioni più adeguate a tutelare la città e il suo patrimonio culturale-paesaggistico, e allo stesso tempo lattività turistica, dice il Mit in una nota, scambiando il settore croceristico con la pressione turistica che il Movimento Cinque stelle, di cui Toninelli è un importante rappresentante, vuole assolutamente limitare.

Il punto di partenza è stata lanalisi multicriteria che ha elaborato lAutorità portuale nel 2017, valutata dal Consiglio superiore dei lavori pubblici e validata dalla struttura di missione del Ministero. Sette ipotesi (da Marghera alla Marittima, dal terminal alla bocca di porto del Lido a quello Ro-Ro adattato di Fusina) a cui si è aggiunta la stazione a ridosso della diga di San Nicoletto, ma davanti allaeroporto Nicelli e allarea Sic. Approfondire meglio le soluzioni, armandosi di fantasia, aveva detto Toninelli a Musolino rimettendo in discussione la decisione del Comitatone del 2017.

E chiaro però che lulteriore approfondimento non ha portato a risultati diversi rispetto allanalisi multicriteria che ha promosso il terminal a Porto Marghera e bocciato quello alla bocca di porto del Lido di Duferco. Ma forse il ministro pensa di puntare su qualche variante per cambiare lesito finale del confronto fra i progetti.




news

22-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 22 settembre 2019

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news