LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Subito centomila euro per Castel Sant'Angelo; un milione entro l'anno
30 AGO 2005 CORRIERE DELLA SERA cronaca Roma




Alle 11.30 di ieri si presentato a sorpresa a Castel Sant'Angelo.
Prima si girato la Mole palmo a palmo. Poi - dopo due ore e mezza di su e gi ininterrotto per scale, saloni e cortili -ha convocato una conferenza stampa per riferire di provvedimenti urgenti sul futuro del Castello.
Cos Rocco Buttiglione, ministro per i Beni culturali, intervenuto direttamente sul tema del degrado di Castel Sant'Angelo, il secondo monumento statale pi visitato di Roma dopo il Colosseo, il quinto in Italia. Si mosso, il ministro, a pochi giorni di distanza dall'inchiesta con cui il Corriere della Sera aveva denunciato gran parte dei mali di uno dei monumenti pi famosi del mondo.
Con lui, ad accompagnarlo nella visita e ad affiancarlo nella conferenza, i vertici del ministero e i responsabili scientifici della Mole di Adriano: il direttore regionale Luciano Marchetti, il soprintendente all'archeologia Angelo Bottini e quello del Polo Museale romano Claudio Strinati.
Conferenza stampa informale, quella di ieri, nel giorno di chiusura del museo e con il ministro seduto sui gradini della loggia di Giulio II, una delle aree pi malmesse del sito: I problemi di questo straordinario monumento che rappresenta il cuore di Roma - ha subito detto Buttiglione - richiedono uno sforzo straordinario. 100 mila euro subito, dai fondi ordinali del ministero, per indagini sullo stato di manutenzione del cilindro, la parte romana del Castello. Un altro milione di euro, entro quest'anno, per il consolidamento dell'intero complesso. Per questi soldi c' gi un accordo verbale raggiunto con il Ministero per le In-frastrutture.
Ma Castel Sant'Angelo, ha poi aggiunto il ministro, ha anche bisogno di un sforzo ulteriore
per quanto riguarda manutenzione ordinaria e straordinaria: occorre risolvere tutti i suoi problemi - dalle infiltrazioni ai danni arrecati dai piccioni - per restituirgli finalmente un decoro all'altezza della sua importanza.
Qui Buttiglione si rivolto direttamente a Strinati, principale responsabile del monumento (che ha una tutela mista e dipende di fatto, oggi, da tre istituti) da quando la Mole, perdendo la sua autonomia di soprintendenza dopo il decreto Urbani della fine del 2001, confluito nel Polo museale di Roma con altri sette musei: Il ministro - ha tenuto a specificare Buttiglione parlando di s in terza persona - ha indicato al Polo Museale la priorit del Castello, e il Polo ha condiviso questa priorit. Strinati ha annuito, spiegando che il sistema del Polo museale entrato di fatto a regime solo da pochi mesi: Al Castello - ha detto - andranno tutti i fondi necessari. Incasser pi di prima. E otterr una percentuale congrua ai suoi incassi.
Tutti i presenti hanno poi ammesso le numerose carenze, dalla pulizia alla sicurezza, di cui da tempo vittima il monumento. Carenze, come emerso, che in questi mesi anche molti organi tecnici avevano rilevato (in primis i Vigili del fuoco per l'antincendio). Bisogna - ha concluso Buttiglione - che anche le tante zone chiuse siano al pi presto restituite al pubblico. E al Comune, responsabile della manutenzione dei giardini esterni adiacenti al Castello, il ministro ha rivolto un appello (sul tema, dalle colonne di questo giornale, intervenuto il sindaco Veltroni con una lettera aperta a Strinati, garantendo l'impegno del Campidoglio): Rimuovere gli agglomerati abusivi di chi dorme nell'area - il suggerimento di Buttiglione - e realizzare una rete di protezione.
Sul funzionamento dei poli museali e sul futuro del Castello questa la risposta del ministro: Presto per dire se i funzionino o no, ma un dibattito si pu aprire. Quanto all'idea di una Fondazione per gestire il Castello (ipotesi che ogni tanto si riaffaccia, ndr) non sono contrario. Sediamoci a un tavolo con Regione, Comune e privati, e parliamone.
Edoardo Sassi
La vicenda
Ragnatele, buchi sui muri, teche rotte, sporcizia ovunque, sale chiuse, impianto elettrico e sistemi anti incendio non a norma: luned 22 agosto il Cerniere ■ della Sera pubblicava un'inchiesta sul grave stato di degrado che da tempo affligge Castel Sant'Angelo, uno dei simboli di Roma. Una denuncia in seguito alla quale il ministero per i Beni Culturali ha disposto un'ispezione. Sul tema, da queste stesse colonne, successivamente intervenuto il sindaco Veltroni, responsabile solo dell'area esterna al Castello. Il sindaco il 24 agosto ha scritto una lettera aperta al soprintendente del Polo museale romano Claudio Strinati (Pronti a combattere il degrado), che a sua volta gli ha risposto con un'altra missiva (25 agosto): Salviamo insieme la Mole; Ieri, la visita a sorpresa, nel Castello, del ministro per i Beni Culturali Rocco Buttiglione.



news

10-08-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 10 agosto 2020

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news