LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Cividate Camuno. Il trasloco di Minerva
Eletta Flocchini
Corriere della Sera - Brescia 19/1/2019

Un museo della Romanità nellarea alpina: se la storia della Valle Camonica comincia da lontano, in età preistorica, è pur vero che durante la fase della romanizzazione conosce un momento di grande cambiamento culturale e sociale. Un processo di graduale trasformazione che lascia segni indelebili: testimonianze, tracce e reperti distribuiti per tutto il territorio che hanno come fulcro Cividate Camuno, lantica Civitas camunnorum. È qui che, diretto da Serena Solano, archeologa e funzionaria della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le Province di Bergamo e Brescia, ha sede il Museo Archeologico Nazionale di età romana e che adesso si sta preparando a un nuovo importante trasferimento: non solo in termini di spazi, ma anche di nuovi percorsi, che permetteranno una rilettura della storia della romanità, contestualizzandola nellarco alpino e mettendo in collegamento la Valle Camonica con un contesto territoriale più esteso.

Il 2019 sarà un anno fondamentale per la storia di Cividate Camuno spiega Serena Solano poiché il Museo Nazionale Archeologico verrà trasferito nella nuova sede nel cuore della città romana, con un più facile collegamento con larea archeologica del foro e il Parco archeologico del Teatro e dellanfiteatro. Ad accogliere il Museo, attualmente situato allingresso del paese in via Roma, sarà entro la prossima primavera limmobile dellIncubatore dImpresa collocato nel centro di Cividate. I lavori di adeguamento e sistemazione architettonica dello stabile sono cominciati nellottobre scorso: Il museo verrà ospitato nellarea del primo e del secondo piano dellIncubatore sottolinea Serena Solano quadruplicando così gli attuali spazi espostivi e arrivando a occupare circa 1200 mq. Inoltre nel cortile delledificio è in corso uno scavo archeologico, per cui anche questarea esterna apparterrà di fatto al nuovo museo.

Istituito nel 1981, il museo vanta tra i numerosi reperti la statua in marmo greco della dea Minerva dal santuario di Breno, il nudo eroico in marmo di Vezza dOglio dallarea del foro di Cividate Camuno, oltre ai corredi delle necropoli di Cividate Camuno e del territorio, fra cui preziosi oggetti in oro e argento da Borno, il tesoretto di monete doro da Braone e una ricca collezione epigrafica.

Si tratta di uno dei pochi musei archeologici nazionali regionali, lunico in provincia di Brescia dedicato alla romanità. Nella nuova sede potremo esporre reperti inediti che per ragioni di spazio ora si trovano conservati nei depositi. Verrà presentato il processo di romanizzazione del territorio e lincontro tra Camuni e Romani come un caso esemplare nel più ampio e variegato quadro alpino.

Il progetto del nuovo Museo, promosso dal Polo Museale della Lombardia e dal Comune di Cividate Camuno, condiviso dalla Soprintendenza, prevede che a sostenere i lavori del progetto architettonico sia il Comune, mentre quelli di allestimento, trasferimento dei reperti, inventariazione e restauro, sotto la curatela scientifica di Serena Solano, sono a carico del Polo Museale. Vorrei che questo museo fosse un luogo vivo, assiduamente frequentato dalla comunità. Un vero e proprio polo culturale della Valle Camonica.




news

17-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 settembre 2019

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news