LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Brescia Musei. Lera Karadjov
Alessandra Troncana
Corriere della Sera - Brescia 19/1/2019

Dal Castello ai rapporti con enti e atenei, le idee di Stefano Karadjov, nuovo direttore di Brescia Musei.

Ipse dixit: Mi interessano i linguaggi contemporanei. E credo molto nella capacità del museo di attualizzarsi attraverso rapporti, contaminazioni, format, eventi che ci permettano di lavorare con enti, associazioni, atenei, imprese per creare una piattaforma in cui tutte le audience possano avere una modalità di lettura. Il primo virgolettato di Stefano Karadjov, 42 anni, padovano, direttore di Brescia Musei dall8 gennaio, inizia con un grazie a Luigi Di Corato, che lascia una realtà solida: lui e lex presidente Massimo Minini hanno fatto un lavoro meritevole. In qualche riga, i concetti che ispireranno la nuova era della fondazione: una visione aperta alle contaminazioni, nessuno snobismo tra cultura pop e alta, un linguaggio fluido e una Musa, il patrimonio, da cui far affiorare potenzialità ancora inespresse. La Storia affastellata nei musei, tra i resti romani e le sale tappezzate di velluto della Pinacoteca, ma anche nei depositi e nelle teche, per Karadjov ha un valore educativo e formativo, e può generare altra arte. Se la fase uno della fondazione è stata la restituzione del patrimonio a Brescia, la fase due passerà attraverso la sua valorizzazione e un miglior posizionamento della città nei flussi del turismo culturale e nellagenda dei media. La premessa: Non giudico la qualità di un museo solo dai numeri, ma anche dai valori che genera. Attingeremo ai migliori professionisti, evitando soluzioni facili o troppo altisonanti. Il comitato scientifico sarà ampliato. E lavoreremo con la Provincia. Il metodo del nuovo direttore prevede un confronto continuo anche in ufficio: Staff e consiglio sono eccezionali. Credo molto nel potenziale di specializzazione e, insieme, al lavoro di gruppo. Preparerò piccole trasformazioni nellorganizzazione quotidiana, in modo da creare confronti produttivi di idee. Ora, il direttore ha tre priorità. Il Castello: È la manifestazione dellumanesimo tecnologico. Un presidio che racconta il territorio come luogo di innovazione. È il faro di un progetto che spero spanda luce in tutta la provincia. I resti romani, invece, testimoniano la vocazione della città: il ritorno della Vittoria Alata al Capitolium sarà loccasione per rinfrescarla. Infine, la Pinacoteca: Dobbiamo collocarla nella grande cultura del collezionismo europeo. A Karadjov, Minini inoltrerà il dossier su Anish Kapoor, che potrebbe lasciare un segno contemporaneo in città: Lo porterò di corsa, come Filippide. Premesso che la scelta di Karadjov tra 45 curricula sia stata libera da qualsiasi tipo di condizionamento, il presidente di Brescia Musei Francesca Bazoli fa sapere che il nuovo direttore ha grandi esperienze in campo organizzativo e della comunicazione e una singolare capacità di visione. Per il sindaco Emilio Del Bono, venire a lavorare qui è sfidante: bisogna coniugare concretezza alla capacità di volare e guardare oltre. Il suo vice, Laura Castelletti, con Karadjov sente affinità elettive: Siamo perfettamente sintonizzati sul desiderio di creare relazioni culturali.



news

21-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 21 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news