LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Milano. Gli Sforza di viale Jenner
Francesca Bonazzoli
Corriere della Sera - Milano 19/1/2019

Alveari, gigli e due lettere. Gli affreschi fantasma rivelano la storia nobile della cascina Boscaiola

Apriremo al pubblico

A chi mai, oggi, verrebbe in mente di andare in villeggiatura in viale Jenner? Eppure, per quanto incredibile possa sembrare osservando il vialone della circonvallazione che nel dopoguerra ha visto linsediamento di attività industriali come la fabbrica di liquori F.lli Branca, nel Quattrocento lì cresceva un bosco con ruscelli e cacciagione. Così ameno che i milanesi più facoltosi vi costruirono casini di caccia e lussuose residenze suburbane. Nel Settecento se ne contavano ancora cinque, tutte chiamate Boscaiola, una sola delle quali è sopravvissuta fino ad oggi, trasformata in un piccolo condominio con diversi appartamenti dopo pesanti ristrutturazioni cominciate già nel Cinquecento. La Cascina Boscaiola prima, come era denominata già nel catasto Teresiano, ad angolo fra viale Jenner e lattuale via Eduardo Porro, appare ancora una costruzione affascinante, dallaspetto nobiliare, ma della sua decorazione non era rimasto nulla che potesse interessare gli studi. Solo delle croste di affreschi, ormai illeggibili, in una minima porzione di muro esterno: ben poca cosa, su cui si è però fissata la caparbia attenzione di Claudio Salsi, il soprintendente del Castello Sforzesco. Consapevole di essere al comando di un serbatoio inesauribile di informazioni preziose, Salsi ha coinvolto i suoi collaboratori e rovistato nelle collezioni museali fra archivi cartacei, fotografici, documenti pittorici, libri antichi, fonti cartografiche, finché non è riuscito a interpretare il significato di quei due disegni ripetuti a scacchiera nella facciata della Boscaiola: un alveare e un giglio inseriti in riquadri che simulano delle nicchie a trompe loeil, lievemente arretrate rispetto al filo della facciata.

Abbiamo scoperto che si tratta di unimpresa sforzesca. Il motivo del favo posato su un tavolo e circondato da frasche per difenderlo dai predatori, accompagnato dal motto Per meo merito, è stato ritrovato sia nel Codice Trivulziano che nel Cremosano, uno stemmario lombardo redatto nel 1673 da Marco Cremosano. Secondo lesperto Gabriele Reina è unimpresa rarissima di cui non si conosceva limpiego in unopera decorativa. Rivelava che il signore si attribuiva larmonia e loperosità dellalveare, racconta in anteprima il direttore che, il prossimo maggio, pubblicherà i risultati dello studio nella rivista Rassegna di studi e notizie edita dal Comune in collaborazione con le Raccolte artistiche del Castello.

Grazie anche alla scoperta di due lettere, sempre superstiti sulla decorazione della facciata, la storia della cascina Boscaiola Prima o Boscaiola Morona (perché circondata da coltivazioni di moroni, i gelsi) risulterebbe quindi legata alle vicende degli Aicardi, famiglia che, devota ai Visconti fin dai tempi di Gian Galeazzo, ricevette molte proprietà immobiliari dai signori di Milano, anche nel successivo tempo degli Sforza. Secondo Salsi, quella della Boscaiola non sarebbe dunque una semplice decorazione, ma un documento di propaganda ducale che ribadiva i legami fra gli Aicardi e gli Sforza. In particolare, poi, la decorazione può essere anche letta come preludio storico della Sala delle Asse dipinta da Leonardo con un simile gusto lombardo per lillusionismo pittorico e linserimento degli emblemi. Insomma, quelli che sembravano pochi resti di scarsa importanza, sono riusciti a rivelare molte informazioni che lo stesso Claudio Salsi racconterà per esteso al pubblico in una visita guidata fissata per il Primo marzo alle 14.30 in occasione di MuseoCity.




news

22-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 22 settembre 2019

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news