LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Milano. Crociata in difesa del murale simbolo. Non copritelo con la pubblicità
Elisabetta Andreis
Corriere della Sera - Milano 15/1/2019

Un murale simbolo della rinascita di quartiere. Il rischio di vederlo rovinato dai cartelloni pubblicitari che si allargano. In sua difesa si mobilitano i residenti che stanno organizzando un sit in di protesta, artisti come Cinaski e Paolo Rossi e lo stesso assessore alla Cultura Filippo Del Corno.
Pubblicità che sfratta la street art? Soldi contro decoro urbano? È una piccola storia ma simbolica e a suo modo significativa quella che in questi giorni tiene banco nella zona della Fondazione Prada. Sul muro del palazzo privato allangolo tra via Brembo e via Benaco il murale simbolo della rinascita del quartiere giovedì verrà in parte coperto dai cartelloni pubblicitari. In sua difesa si muovono un centinaio di residenti che stanno organizzando per quel giorno un sit-in di protesta appoggiati da qualche nome noto dello spettacolo e sostenuti anche dallassessore comunale alla Cultura Filippo Del Corno.

Un passo indietro: sulla parete delledificio, di proprietà di una famiglia romana, dal 2017 cè un murale realizzato da Zed1, al secolo Marco Burresi, molto apprezzato dal quartiere e inserito anche nel Maua, Museo di arte urbana aumentata a cielo aperto, risultato tra i vincitori del bando alle periferie di Palazzo Marino. Lopera occupa lintero muro ad eccezione dello spazio a destra in basso dove già cerano due cartelloni pubblicitari, con cui però il disegno si integra: la protagonista, una sarta intenta a cucire i simboli della milanesità sulle bandiere del mondo, pare vi si appoggi. Così è rimasto per un anno e mezzo.

Peccato che a luglio il contratto con la concessionaria di pubblicità fosse in scadenza. Nel chiedere la proroga, Clear Channel ha domandato di poter modificare lo spazio affinché la marca risulti più in evidenza. La proprietà senza entrare nel merito ha firmato, il Comune a sua volta ha dato lassenso (in qualche modo un atto dovuto, visto che si tratta di un palazzo privato e non esiste un vincolo di tutela formale del murale).

Giovedì dunque verrà montato un cartellone unico di 36 metri quadrati con laggiunta di una cornice spessa di dieci centimetri che darà un effetto rilievo e, secondo i residenti, rovinerà la visuale. A guidare la protesta sono gli affittuari Madama Hostel & Bistrot e Arci Ohibò che avevano commissionato il murale daccordo con la proprietà, i residenti che parlano di operazione commerciale, artisti come Paolo Rossi, Cinaski o Massimiliano Loizzi e alcuni consiglieri del Municipio 4 tra cui Rossella Traversa di Sinistra x Milano, già assessore alla Cultura. Lo stesso assessore Del Corno si sbilancia: Lopera di Zed1 è entrata nel cuore dei cittadini e dei visitatori di Milano per la qualità artistica e per il messaggio che rappresenta lidentità plurale e internazionale della città dice lassessore . È unicona che identifica un quartiere in rapida e positiva trasformazione, la cui eventuale perdita rappresenterebbe una ferita davvero incomprensibile.

Rilancia Traversa: Un muro artistico commissionato a un artista apprezzato in tutto il mondo è patrimonio culturale della città e come tale va protetto e valorizzato. In questo assurdo caso il lavoro di Zed1 verrebbe umiliato. Il Comune dovrebbe pretendere un passo indietro dagli inserzionisti. E i soci del Madama: È anche questione di rispetto per il nostro murale. Ulteriore riflessione: la pubblicità genera ricavi per i palazzi, certo. Ma anche la street art accresce il valore degli immobili, secondo gli esperti di Real estate. Allestero è assodato (basti pensare ai quartieri di Tribeca a New York o Camden Town a Londra o lEast Side di Berlino). A Milano Pao ha rigenerato il muro del Gaetano Pini, Millo ha rivoluzionato il Giardino delle Culture. Gli esempi si moltiplicano.




news

22-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 22 settembre 2019

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news