LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Milano. Prada e larea Scalo Romana, un quartiere in cerca di città
Alfredo Montermini - Giangiacomo Schiavi
Corriere della Sera - Milano 10/1/2019

Caro Schiavi,

sono stato alla Fondazione Prada. Niente da dire: è una meraviglia. Soprattutto mi ha colpito, da milanese, la trasformazione di un quartiere che nei miei ricordi era anonimo e desolato. Adesso si respira addirittura unaria internazionale, nonostante la Vettabbia.
Alfredo Montermini

Caro Montermini,

si dice che la bellezza può cambiare il mondo, e noi aggiungiamo che quel cicinin di bellezza aggiunta a quel che di bello già esisteva, ha cambiato Milano. La Fondazione Prada è un caso esemplare. Così un quartiere anonimo, in semi abbandono, si può guardare oggi in modo diverso. Ne ho avuto la prova alla presentazione di un prezioso volume che raccoglie immagini e storie di un luogo in attesa di trasformazione. Si intitola A Sud dello Scalo Romana. E parla dellarea in questione. Viene da pensare a viale Ortles e ai disperati in cerca di rifugio, ai problemi creati dalla scuola islamica di via Quaranta, alla torretta di un vecchio panificio e a via Brembo, utile per arrivare in via Ripamonti saltando via Isonzo. E invece il lavoro curato dalla professoressa Stefania Aleni, che dopo una vita tra equazioni e logaritmi ne ha cominciato unaltra alla guida del giornale di zona, Quattro, fa vedere un quartiere in cerca di città, definizione dellarchitetto Vito Redaelli, che vede nel futuro dello Scalo unoccasione per rinascere. Cè grande attesa in tutta la barriera corallina milanese. I quartieri periferici, attorno al sancta santorum, inteso come centro storico, hanno subito una rarefazione identitaria con la deindustrializzazione. Nellera pre-internet in certi luoghi cera una forte condivisione: bar, negozi e botteghe erano depositi di vita e di umanità. Oggi è tutto stemperato. Ma basta, come nel caso di Largo Isarco 2, che una vecchia distilleria diventi spazio espositivo di qualità (applausi allarchitettura di Rem Koolhaas) e il vecchio cuore torna a battere. La Fondazione Prada ha cambiato un paesaggio urbano. E Stefania Aleni documenta questo cambiamento mettendo insieme il vecchio e il nuovo, lanima e il futuro. Con le distillerie, le aziende grafiche, lEdison, le officine Velox, le tipografie, il Touring club e le pastiglie Valda che si confezionavano qui. Molto è andato perduto. Ma sulla scia della Fondazione e sul futuro dello Scalo Romana si intravede una rinascita. È una speranza. Cultura e bellezza possono fare molto. Dimenticavo, la Vettabbia: un canalaccio, diventato scarico fognario, oggi interrato. Testimonianza dellantica città dacqua quando intorno cerano solo i campi.
Giangiacomo Schiavi



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news