LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Da Berlino lappoggio a Schmidt. Il quadro nel database Interpol
Paolo Valentino
Corriere Fiorentino 4/1/2019

Il governo federale in campo per recuperare lopera rubata dai nazisti. In passato altri tentativi

BERLINO. Il governo della Germania appoggia la richiesta e gli sforzi della Galleria degli Uffizi di riavere il Vaso di Fiori di Jan van Huysum, il quadro trafugato dai nazisti durante la Seconda Guerra Mondiale e attualmente in possesso di una famiglia tedesca. Lo confermano al Corriere fonti della diplomazia federale, senza tuttavia specificare in che modo e in che termini lesecutivo federale intenda tradurre in pratica il suo sostegno allappello lanciato da Heike Schmidt.

Come risulta dalle nostre ricerche, il capolavoro di van Huysum è una vecchia conoscenza delle autorità tedesche e non solo. È infatti listato nella Lost Art Datenbank, la banca dati delle opere darte rubate, creata dal ministero federale della Cultura. Di più, come abbiamo verificato, il quadro è anche registrato nella Lost Art database dellInterpol, la polizia internazionale. In entrambi i casi esso è catalogato come bene culturale trafugato a causa della guerra.

Lattuale location dellopera tuttavia rimane ignota: si conosce infatti il nome della famiglia che lo possiede, come confermato implicitamente dallappello del direttore della Galleria fiorentina, ma non in quale delle sue proprietà venga custodita. Un ex ministro tedesco della cultura ci ha confermato che in passato emissari del governo sono stati in contatto con lavvocato della famiglia, chiedendo la restituzione del quadro, ma senza successo. È presumibile che adesso, sullonda delleco mediatica sollevata dallappello di Schmidt, ci sarà un nuovo tentativo.

Quali saranno gli sviluppi futuri è difficile prevedere. Il direttore degli Uffizi non ha chiarito in che modo il quadro è approvato in mani private. Una questione decisiva, per capire chi ha il potere di decidere della restituzione. Secondo lavvocato viennese Andreas Cwitkovits, esperto in materia di restituzioni, il diritto tedesco non prevede lacquisto in buona fede di opere rubate. Quindi in teoria il quadro potrebbe essere semplicemente sequestrato dalle autorità tedesche. Ma il legale ritiene improbabile questa ipotesi estrema, cui in genere si fa ricorso solo nel caso di una vendita imminente o del pericolo di trasporto allestero.

In ogni caso, lappello alla restituzione di Eike Schimdt e leco prodotta un effetto lo hanno già prodotto: il Vaso di Fiori è ormai radioattivo per il mercato. Gli attuali proprietari non possono più venderlo, nessuna casa daste lo accetterebbe. A meno che ovviamente la famiglia che lo possiede si rivolga al mercato nero, con tutti i rischi che questo comporterebbe.

La posizione di questultima è comunque molto debole. In altri casi di opere rubate dai nazisti, è successo infatti che proprietari attuali ed eredi dei derubati si siano accordati per mettere lopera allincanto e dividersi i proventi, da ultimo lo scorso novembre. Ma nel caso del quadro di van Huysum si confrontano un privato e una istituzione pubblica, gli Uffizi appunto, che rivendica lolio come sua diretta proprietà rubata. Come dire che non ci sono soluzioni di compromesso. Il Vaso di Fiori va restituito al legittimo proprietario senza condizioni.




news

06-12-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 6 DICEMBRE 2019

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

Archivio news