LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Ticket a Venezia, i paletti di Zaia: Veneti esenti
f. b.
Corriere del Veneto 3/1/2019

Prima la premessa: Un obolo a Venezia deve essere lasciato, la massa di turisti apre il problema della pulizia, del rispetto dellambiente e di tutto quello che sappiamo. Poi la richiesta: Spero sia minimale per permettere a tutti di visitare Venezia. E i veneti non possono pagare la tassa.

VENEZIA. Prima la premessa: Un obolo a Venezia deve essere lasciato, anche perché la massa di turisti che arriva è importante e quindi cè il tema della pulizia, del rispetto dellambiente e di tutto quello che sappiamo. Poi la richiesta: Spero sia minimale per permettere a tutti di visitare Venezia e non si discute: i veneti non possono pagare la tassa.

Il governatore Luca Zaia frena già qualsiasi ipotesi del sindaco Luigi Brugnaro di ampliare la platea del contributo di sbarco, inserito per Venezia dal governo nella legge di bilancio. In questo momento è prematuro dire qualsiasi cosa, ma il sindaco ha già detto chiaramente che ci sarà un confronto con le altre istituzioni, dice lassessore al Bilancio Michele Zuin. In realtà Ca Farsetti ha già in mente alcune deroghe anche se fondamentale sarà conoscere quante persone arrivano in laguna ogni giorno. Potrebbe quindi essere realizzata una sorta di carta Venezia virtuale per i veneti, che pur non pagando dovranno però fornire le proprie coordinate. Perché lobiettivo è di arrivare entro qualche anno alla prenotazione obbligatoria della visita in modo da dare la possibilità al Comune e ad Avm/Actv di istituire servizi mirati nelle ore di afflusso più alto.

Per ora Venezia partirà dalle crociere e dai granturismo, i più facili da intercettare, poi arriveranno anche i treni. Già la prossima settimana il sindaco avrà una riunione di maggioranza per condividere alcuni passaggi, poi a ruota verrà realizzato un gruppo tecnico di approfondimento con esperti per poter realizzare una prima bozza da condividere con le categorie e con le altre istituzioni, a partire dalla Regione che ha già collaborato con il Comune ad esempio sulla limitazione di take away e alloggi turistici. Il punto fermo è quello del 28 febbraio: quella è la data entro la quale i Comuni devono aver approvato il bilancio preventivo e Ca Farsetti, che già lo ha fatto senza contributo di sbarco, dovrà rispettare quella deadline per il nuovo regolamento e soprattutto per la variazione di bilancio. Sarà una corsa contro il tempo perché le difficoltà non mancano: il sindaco dovrà infatti trovare un accordo (potrebbe imporlo ma vuole condividere il piano facendo passare il contributo per un aiuto alla città e non per fare cassa) con le categorie, le compagnie di crociera, quelle di trasporto e con Trenitalia e Italo. Finalmente avremo i numeri esatti di chi arriva in città, dicono a Ca Farsetti. Potrebbe essere la svolta perché i servizi sul Canal Grande potrebbero essere mirati e si arriverebbe gradualmente ad una sorta di prenotazione con tassa (il provvedimento votato dal Parlamento parla di un contributo dai 2,5 ai 10 euro) più alta a seconda della stagionalità e quindi dellafflusso. Comunque Luigi Brugnaro, che ha già detto di voler cominciare tra la primavera e lestate, ha intenzione di fare un provvedimento equilibrato, anche dal punto di vista economico.

Mi metto nei panni di una famiglia magari poco abbiente, che ha diritto di mostrare Venezia ai bimbi e non può certo lasciare 50 o 60 euro di tassa ha incalzato ieri il presidente del Veneto Luca Zaia ma sono certo che il sindaco, che è attento a questi temi, troverà una soluzione.

Di sicuro almeno allinizio, il provvedimento sarà sperimentale e potrà essere modificato o ritoccato qualora venissero riscontrate difficoltà. Con il ticket verranno dati alcuni servizi ai turisti con lobiettivo di rendere la visita smart e interattiva.



news

10-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 10 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news