LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

VENETO - La disputa sui Musei provinciali Limportante è fare cultura
23 novembre 2018 IL MESSAGGERO VENETO



Il monito del direttore della Biblioteca statale isontina Menato: La proprietà non appassiona lopinione pubblica. La questione ha solo una coloritura politica di Francesco Fain


Limportante è che i Musei provinciali, a qualunque realtà appartengano, facciano cultura!.

A prendere posizione è Marco Menato, direttore della Biblioteca statale isontina (Bsi). Che fa un lucido ragionamento su uno dei temi culturali (con retrogusto politico) più dibattuti in città, vista la determinazione del Comune di Gorizia di ottenere la proprietà di questa istituzione e dei relativi beni.

Sulla sorte dei Musei - premette Menato - non è ancora detta lultima parola: anzi, in questi mesi, largomento è stato spesso allordine del giorno. Si tratta di una questione che sta a metà fra la politica e lamministrazione (anzi mi pare che abbia assunto sempre più una coloritura politica), che certamente poco appassiona lopinione pubblica: limportante è che i Musei sappiano fare cultura. Mi era già capitato di scrivere in proposito appoggiando la richiesta della proprietà comunale, se non altro per la tradizione italiana che vuole che i beni culturali siano di competenza o locale (comunale) o nazionale (statale). Bisogna dire che oltre alle parole di circostanza non si andò e il sindaco Romoli non si spese molto per il passaggio al Comune dei Musei, che di conseguenza furono assegnati, quasi dufficio, alla Regione.

Menato espone questi suoi pensieri su GoriziaEuropa, il bollettino del circolo di Gorizia e San Floriano del Collio del Pd. Il presidente Gherghetta, allultimo momento, tirò fuori dal cilindro della sua politica la questione dei beni mobili (collezioni) indivisibili tra i Comuni di Gorizia e di Monfalcone (e perchè non comprendere anche gli altri Comuni della soppressa Provincia?), ponendo quindi la parola fine sulla possibile gestione comunale dei Musei. Ora - sottolinea Marco Menato - si afferma che si vuole tornare indietro, quasi che il non detto di prima possa come dincanto tramutarsi in quello che si vuole oggi. Specie nel campo dei beni culturali (che hanno ovviamente una durata molto maggiore di ogni altro bene/servizio), ogni spostamento amministrativo porta con sé una serie lunga e non facilmente prevedibile di problemi tecnici.

E non è lunico rovescio della medaglia perché se a questo spostamento si aggiungono i problemi del personale, della normativa che cambia, dei punti di riferimento amministrativi e culturali che variano, si può ben considerare che non è facile per una istituzione culturale lavorare e produrre allinterno di un quadro che può mutare ad ogni stormir di fronda, sottolinea con forza il direttore della Bsi. Che rimarca ancor più il concetto: Fatta una scelta, bisogna che essa venga portata a termine, senza continui rivolgimenti, che non possono che appesantire e rallentare il funzionamento dellente. Il passaggio alla Regione e la costituzione di un apposito ente che gestisce il bene (è il caso dellErpac) non sono un qualsiasi trasloco o, peggio, un semplice trasferimento economico. Probabilmente le due soluzioni sono tecnicamente idonee
e, dal lato amministrativo e dal lato museologico (aspetto da non sottovalutare), ma non lo sono più se vengono continuamente brandite da una parte politica a dispetto di unaltra, se la cultura invece che unire viene intesa per disunire o per farla pagare. Ma a chi?.



news

15-02-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 15 febbraio 2019

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

Archivio news