LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

La devastazione di Tuvixeddu tra palazzinari e lobby silenziose
Roberto Mura (culture@gds.sm)
Giornale di Sardegna 29-AGO-2005 invisibili

Nei magazzini del museo archeologico nazionale di Cagliari c' tutta la nostra storia. Un luogo (quasi un dimenticatoio) che non ci dato conoscere, un luogo dove, a detta di Giulio Sanna, capogruppo Ds nel consiglio circoscrizionale di Sant'Avendrace, si esercita il monopolio legalizzato della cultura. Prendiamo l'esempio dello scheletro del IV secolo a.C. che, nella necropoli di Tuvixeddu, stato rinvenuto a marzo del 2003. Chi lo ha pi visto? Nessuno. Piero (chiamiamolo cos) era un adolescente sui quattordici anni, sepolto con una moneta in mano, e con il suo corredo funerario composto da lacrimatoio e anforette.
Piero ce l'abbiamo noi - dice la responsabile dell'area di Tuvixeddu, Donatella Salvi - raccolto in contenitori adatti. Non esposto. Ma ci sar tempo perch tutti i materiali vengano trattati. Quando ci sar il museo a Tuvixeddu probabile che venga mostrato. Per ora non c' un piano espositivo. Fino ad oggi niente stato pubblicato su Piero. Finito nei magazzini a uso esclusivo degli addetti ai lavori, diventato uno scheletro - l'ennesimo - nell'armadio degli esperti. La gente vuoi vedere, sapere. Noi ci sentiamo derubati della nostra storia. Non vero che tutto va bene. Qui chiudono, alzano barriere. Abbiamo parecchie foto di scempi chiarisce Sanna. Il quartiere pian piano si vede rosicchiare la sua miniera d'oro dagli interessi dei palazzinari. Ma la necropoli una, e seppur estesa ventitr ettari, l'area di Tuvixeddu non infinita. Stavolta si lavora dalle parti di via Is Maglias. La soprintendenza assicura che seguir i lavori e che, se gli scavi dovessero portare alla luce zone di rilevante valore archeologico, questi verranno sospesi. Intanto l'area contigua a quella dove da circa duemilacinquecento anni riposava Piero, stata praticamente sbancata dalle ruspe, cos un buon numero di tombe non esiste pi.
Le sepolture erano scavate sulla terra nuda, e non si poteva fare nulla per salvarle, informa la Salvi. Gli scheletri non possono restare dove vengono trovati. impossibile, dal punto di vista pratico, preservarli. Vengono recuperati, studiati e quando possibile esposti col resto della sepoltura. possibile anche, per, che i titolati dell'archeologia abbiano perso il contatto con la gente comune. Meno del cinque percento dei reperti trova posto nelle teche dei musei. Tutto il resto finisce nei magazzini, praticamente inaccessibili.



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news