LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

BENI CULTURALI: Beni culturali protetti da grandi opere
Giampiero di Santo
ItaliaOggi - 11/5/2005

Le commissioni bilancio e affari costituzionali camera rivedono il dl competitività. Oggi la fiduciA.

Rivisti i poteri dei commissari straordinari delle autostrade

Fiducia in senato, fiducia oggi alla camera, di nuovo fiducia a palazzo Madama. Il decreto per il rilancio della competitività è pronto per il voto finale dell'assemblea di Montecitorio dopo le modifiche introdotte ieri dal governo, che ha cancellato il silenzio-assenso per la salvaguardia dei beni ambientali e culturali collegata alla realizzazione delle grandi opere, ridimensionato i poteri dei commissari straordinari per le autostrade ed eliminata la norma che avrebbe consentito al ministero dell'ambiente di stipulare con una società per azioni già esistente e controllata dallo stato una convenzione per le attività di difesa del suolo. È stata anche abolita la parte dell'articolo 11 sexies, che stabiliva i nuovi parametri di remunerazione per i produttori di energia da fonti rinnovabili.
Tutte modifiche approvate dalle commissioni bilancio e affari costituzionali della camera, che hanno quindi dato il via al testo che oggi, con fiducia, sarà approvato dall'assemblea. Ma i cambiamenti, del resto inaugurati con la cancellazione dal testo della norma che avrebbe ridotto a sei anni la pena per il reato di bancarotta, costringeranno il decreto a un nuovo passaggio in senato. E ciò, come ha spiegato il ministro per i rapporti con il parlamento, Carlo Giovanardi, renderà inevitabile il ricorso al terzo voto di fiducia. ´Il governo ha chiesto la fiducia per domani (oggi, ndr), perché il prossimo 15 maggio il decreto legge decadrà. Il provvedimento, quindi, dovrà essere convertito in legge in settimana e la fiducia è inevitabile anche in senato'. È stata poi la conferenza dei capigruppo della camera a stabilire il calendario dei lavori della seduta odierna, con le dichiarazioni di voto che avranno principio alle 12,30 e il voto vero e proprio che si terrà alle 14,30. Domani, il provvedimento tornerà al senato, per il via libera definitivo.

Le modifiche dell'ultima ora presentate dal governo attraverso il sottosegretario del ministero dell'economia, Giuseppe Vegas, insomma, hanno eliminato alcune delle norme che più avevano sollevato le proteste dell'opposizione di centro-sinistra e degli esperti di tutela dell'ambiente e del patrimonio culturale. In particolare, i commissari straordinari per le opere autostradali, nell'affidare in appalto lavori, servizi e forniture, saranno tenuti a rispettare le normativa comunitaria di tutela del patrimonio artistico, e paesaggistico, mentre nella versione approvata dal senato sarebbero stati dotati di poteri eccezionali nel caso di rallentamenti o ritardi tali da non consentire il rispetto dei tempi previsti. Resta invece nel decreto, ma sarà oggetto di modifiche con il disegno di legge che contiene alcune delle norme previste dal piano di azione per lo sviluppo economico, sociale e territoriale, la misura che sottopone al regime del silenzio assenso anche le autorizzazioni relative alla gestione dei beni culturali. Il ministro competente, Rocco Buttiglione, ha spiegato che ´il progetto del governo non prevedeva il silenzio assenso per la gestione dei beni culturali, poi rientrato nel provvedimento attraverso un emendamento parlamentare'. ´Contiamo di ripristinare l'impostazione originaria nel disegno di legge che accompagna il decreto sulla competitività'.

Nello stesso ddl potrebbero essere inserite le norme per l'archeologia preventiva, ha spiegato Buttiglione. ´Diamo grande importanza a questa attività, che consentirà con costi bassi di realizzare una conoscenza preventiva utilizzando gli strumenti e la documentazione esistente per sapere prima cosa si può trovare quando si va a scavare'. Ma le rassicurazioni del ministro dell'ambiente non hanno certo ridotto l'allarme, come ha sottolineato la presidente del Fai (Fondo per l'ambiente italiano) Giulia Maria Mozzoni Crespi, che ha criticato duramente la misura che limita a 60 giorni il tempo di cui disporranno le soprintendenze per decidere se autorizzare o meno le attività economiche riguardanti il patrimonio artistico, monumentale, archeologico e paesaggistico. Mentre il capogruppo dei Ds in commissione ambiente della camera, Fabrizio Vigni, ha sottolineato che su ´due questioni di particolare gravità per l'ambiente il governo è stato costretto a fare retromarcia'. (riproduzione riservata)




news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news