LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Maltempo a Ponza, frana distrugge i vigneti borbonici del '700
Clemente Pistilli
La Repubblica - Roma 8/11/2018

Distrutti gli antichi vigneti borbonici. Il maltempo dei giorni scorsi ha provocato a Ponza una frana, che ha travolto i muri a secco con cui fin dal 1700 i contadini hanno realizzato dei terrazzamenti in località Punta Fieno e danneggiato pesantemente molte viti nella zona, quelle piantate dai coloni provenienti da Ischia quando, dopo il 1734, Carlo di Borbone colonizzò l'arcipelago pontino. Un danno enorme dal punto di vista economico, ma soprattutto paesaggistico e culturale.

La valanga di fango e massi riversatasi a valle ha sradicato viti, ulivi e piante secolari di lauro e melograno, colpendo soprattutto i terreni delle Antiche Cantine Migliaccio, di uno dei più anziani contadini dell'isola e del poeta Antonio De Luca. "Un disastro", assicura De Luca, uno di quelli che ancora mantengono vivi gli antichissimi riti della vendemmia. "Domani ci recheremo sull'isola, ma i nostri contadini ci hanno informato dei molti danni causati dalla frana.

Sono crollati i muri a secco a monte della nostra proprietà, su terreni abbandonati, e ostruite anche le vie naturali di scolo si è verificato lo smottamento", precisano i gestori delle Antiche Cantine Migliaccio. Una ferita profonda in particolare per quanto riguarda i vitigni antichi di Biancolella, da cui si produce il bianco di Ponza, coltivati su terrazzamenti a picco sul mare, di fronte a Palmarola e in una zona incontaminata, difficile da raggiungere sia da terra che da mare, dove a dominare sono soltanto i falchi pellegrini.

Il maltempo, però, a Ponza non ha causato danni soltanto al Fieno. Altre due frane, su un'isola dove tali fenomeni sono tristemente noti, si sono infatti verificate anche nella zona della Torretta e delle Piscine Naturali, costringendo il sindaco Francesco Ferraiuolo ad emettere un'ordinanza che vieta l'accesso al sentiero che conduce dal Villaggio dei Pescatori al mare e alle zone limitrofe, frequentate soprattutto nel periodo estivo.

Nonostante le recenti frane, proprio in questi giorni il consiglio comunale ha comunque deciso di chiedere alla Regione Lazio e all'Autorità di Bacino di rivedere il Piano di assetto idrogeologico, che attualmente considera come pericoloso il 97% della costa di Ponza, bloccando nuove edificazioni e impedendo che in quelle aree vengano svolte attività balneari. Il Comune punta a far allentare in alcune zone i vincoli, specificando che i divieti hanno "creato un danno potenziale all'isola pari a quasi quello di un terremoto".

https://roma.repubblica.it/cronaca/2018/11/08/news/maltempo_a_ponza_frana_distrugge_i_vigneti_borbonici_del_700-211122019/


news

15-02-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 15 febbraio 2019

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

Archivio news