LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

CAMPANIA : Un Tempio dedicato ad Athena
Carlo Avvisati
26/08/2005 Il Mattino




Era dedicato alla dea Athena il tempietto-sacello scoperto dagli archeologi della Soprintendenza di Salerno, in prossimità di Porta Sirena, uno dei quattro varchi attraverso i quali 2400 anni fa si entrava nella città greca di Poseidonia, poi divenuta la latina Paestum. Il ritrovamento, che è avvenuto durante i lavori di recupero della cinta muraria nel tratto compreso tra la «Torre 28» e appunto Porta Sirena, potrà essere visto assieme alla cortina difensiva restaurata a partire da venerdì prossimo, allorché si inaugurerà il percorso, lungo circa quattrocento metri. La cinta, assieme alla porta, verrà illuminata con un sistema di luci che ne evidenzierà la bellezza e la maestosità. «Recupero e restauro - spiega Marina Cipriani, archeologa, direttrice del Museo di Paestum e responsabile dell’area per la Soprintendenza Archeologica di Salerno - sono stati interventi complessi e difficili; per realizzarli abbiamo avuto un importante contributo scientifico dal Dipartimento per i Beni Culturali dell’Università di Salerno, diretto da Angela Pontrandolfo». Una barriera difensiva poderosa, dunque, quel muro costruito per proteggere i coloni greci dagli attacchi dei nemici, di qualunque etnia essi fossero: lucani, etruschi o legioni di Roma. Per questo motivo, la cinta muraria, lunga quasi cinque chilometri, doveva essere inespugnabile e nello stesso tempo funzionale. Per realizzarla, almeno per quello che riguarda il settore recuperato e datato attraverso la ceramica tra la fine del IV e il III secolo avanti Cristo, gli archeologi hanno scoperto che era stata messa in opera una tecnica inusuale per quei tempi. La procedura prevedeva la costruzione di una doppia cortina di mura, fatta con massicci blocchi di pietra locale, perfettamente squadrati, distanti tra loro sei, sette metri; al suo interno ancora due muri, messi in opera a secco. Tra le diverse murature, poi, erano inseriti terrapieni realizzati con terreno e pietre, in maniera da compattare il tutto rendendo imprendibile la città. Il restauro ha permesso di ritrovare le numerose postierle, piccole porte, ricavate all’interno delle murature, attraverso le quali gli assediati potevano fare rapide sortire per contrattaccare i nemici. Inoltre, sono state rinvenute le fasi più antiche della vita cittadina, con resti di murature, sia esterne che interne, stimate dagli archeologi come elementi di santuari e aree religiose. La datazione dei reperti, giudicati risalenti alla fondazione della Poseidonia greca, agli inizi del VI secolo prima di Cristo, è stata resa possibile dai recuperi di ceramica dalla tipologia caratteristica per quel periodo. «Questo significa - riprende l’archeologa - che per realizzare la cortina difensiva, almeno lungo questa fascia indagata, si sono dovuti obbligatoriamente distruggere luoghi di culto e santuariali». Come appunto il sacello-tempietto consacrato ad Athena, recuperato invece intatto in tutte le sue caratteristiche e databile in età lucana, tra la seconda metà del V secolo e la prima del IV. I ritrovamenti collegati alle mura continuano, ancora, con la localizzazione dell’antico asse viario che permetteva il passaggio attraverso la Porta Sirena. La strada, costruita in piena età imperiale e pavimentata con basoli di pietra, nascondeva i livelli di costruzione di ben altri due tracciati che nel tempo l’avevano preceduta.



news

24-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news