LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Napoli. Cisterne a Torre Annunziata: da Soprintendenza Archeologia Napoli no a lavori di ampliamento
https://agcult.it/2018/10/05/cisterne-a-torre-annunziata-vacca-mibac-da-soprintendenza-archeologia-n

“La competente Soprintendenza Archeologia belle arti e paesaggio per l’area metropolitana di Napoli, il 12 aprile del 2018, ha espresso parere negativo al rilascio dell’autorizzazione paesaggistica per i lavori in variante al progetto di ampliamento e adeguamento del deposito costiero liquidi infiammabili presso il porto di Torre Annunziata-Molo di Levante, trattandosi di un’area molto sensibile sotto i profili della tutela paesaggistica”. Lo ha detto il sottosegretario ai Beni culturali, Gianluca Vacca, rispondendo in commissione Cultura della Camera a un’interrogazione del presidente della stessa commissione, Luigi Gallo (M5S), relativa alle iniziative che intende assumere il Mibac per impedire la prosecuzione delle opere di ampliamento e adeguamento deposito costiero di liquidi infiammabili mediante realizzazione di nuovo serbatoi nella zona di Torre Annunziata.

“Considerato che la Regione Campania non ha ancora redatto un nuovo Piano Paesaggistico a norma del Codice dei beni culturali e del paesaggio -ha proseguito Vacca -, ma sono tuttora vigenti i vecchi Piani Paesistici ex lege n.431 del 1985, l’atto di diniego emanato dalla Soprintendenza si sostanzia come parere preventivo vincolante e obbligatorio che, di fatto, inibisce il rilascio dell’autorizzazione paesaggistica e, in conseguenza, il rilascio, da parte dell’amministrazione comunale, del titolo a costruire”.  Pertanto, ha aggiunto il sottosegretario, “alla luce di quanto sopra evidenziato, risulta che, attraverso l’attività istruttoria espletata e le necessarie conseguenti verifiche, la Soprintendenza abbia adottato, attraverso l’atto di diniego, ogni necessaria tutela per impedire la prosecuzione dei lavori di ampliamento delle cisterne in parola”.

Inoltre, ha ricordato Vacca, l’area in questione “è ricompresa nel Piano strategico per lo sviluppo delle aree comprese nel piano di gestione del sito Unesco ‘Aree archeologiche di Pompei, Ercolano e Torre Annunziata’ redatto dall’Unità Grande Pompei ed adottato in sede di Comitato di Gestione del 20 marzo 2018 a Roma. L’area in questione, potrebbe essere presa in considerazione per futuri interventi sul waterfront dell’area torrese”. Quindi, ha assicurato il sottosegretario, il Mibac “proseguirà attraverso l’istituzionale attività di vigilanza, controllo e valorizzazione, attraverso l’operato della Soprintendenza e degli altri Uffici presenti sul territorio stesso”.

LA REPLICA

Nella sua replica, il presidente Gallo ha apprezzato la risposta di Vacca dichiarandosi “colpito dall’attenzione mostrata dalla Soprintendenza dell’area archeologica di Napoli per il tema, che, nonostante l’organico assai ridotto e la difficoltà ad intervenire in un’area molto urbanizzata e ricca di beni culturali, ha bene difeso il territorio”. Gallo ha inoltre sottolineato la responsabilità del sindaco di Torre Annunziata e del presidente della Regione Campania “per il ritardo nell’adozione del piano urbanistico, che sta provocando difficoltà”.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news