LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Bari. Se anche larchitettura pubblica diventa un fake
Fabio Grasso
https://emergenzacultura.org/2018/08/19/fabio-grasso-bari-se-anche-larchitettura-pubblica-diventa-un

Nella maggior parte dei casi siamo abituati a occuparci di opere darte che indipendentemente dalle loro dimensioni sono tutte accumunate da un aspetto singolare: la loro pienezza, solidità.

Esse sono, cioè, quelle che possiamo definire anche pieni artistici, architettonici, oggetti cioè tangibili, come potrebbe essere una scultura o meglio ancora un palazzo se il riferimento è la dimensione cittadina. Ebbene proprio di quei pieni urbani e umani particolari che chiamiamo città, i vuoti rappresentano, attraverso un legame inscindibile, la quintessenza, e ciò non tanto perché si pongono in unantitesi ontologica rispetto ai pieni ma perché educano a una diversità che è propria quella di ciò che è essenzialmente visibile. Lo spazio urbano è, però, una particolare forma di assenza ed è tale in ogni caso da non giustificarne unaltra, quella cioè delle pubbliche amministrazioni chiamate ad averne cura.

Sono di questi giorni le immagini (la situazione è, però, la medesima durante tutto lanno) sconcertanti fatte di spazzatura, e soprattutto infilate di cassonetti e tonnellate di asfalto nel cuore antico di Bari, largo San Sabino, alle spalle cioè della cattedrale. Uno spazio pubblico, nel centro più storico e rappresentativo del capoluogo pugliese, caratterizzato da una significativa forma approssimativamente trapezoidale che solo lincuria, anzi la scarsa lungimiranza culturale della politica locale, ha trasformato in un manto di nero asfalto destinato a parcheggio e, soprattutto, allipostasi del pensiero. E non basta, perché il danno, e con esso la beffa, si acuisce considerando che il valore di quello spazio scaturisce anche dal fatto che su di esso si affacciano edifici storici, pure restaurati recentemente, destinati al Museo Diocesano, al Segretariato Regionale del MiBAC (sotto le cui finestre quei cassonetti sono un vero capolavoro di Trash-art) oltre a quanto già ricordato. Non un albero, non il verde di un prato, solo nero asfalto, auto e cassonetti; pura allegoria di uno stato mentale inquietante.

A vederlo così quel luogo viene in mente il programma politico di Cettola Qualunque (alias Antonio Albanese) fatto di montagne di cemento e asfalto e qui attuato, materializzato pienamente in quel lembo del centro storico di Bari da un altro Antonio, il sindaco Decaro. Se cè unemergenza dilagante (dalla Firenze del sindaco Nardella, alla Bari di Decaro, alla Roma della Raggi e così via) tuttaltro che esplorata (e prossimamente indagheremo questo aspetto del contemporaneo) nella sua dimensione nefanda, è forse proprio quella dei vuoti urbani pubblici sempre più infelice esempio della peggiore fake-architettura. Questultima, tale la definiamo perché fatta di promesse non mantenute, di occhi chiusi e della la più bieca ignoranza artistica dei politici che, quando va bene, rispondono a critiche e osservazioni arroccandosi dietro una frase naturalmente fatta (perché mancano anche di inventiva linguistica) come: Rispetto la tua opinione ma a me piace così che, anzi, più coerentemente con il pensiero cettoliano, dovrebbe essere: A me mi piace.



news

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

26-06-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 26 giugno 2019

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

Archivio news