LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Gli sfregiati. La disputa Atene – Londra sul Partendone
Cesare Martinetti
La Stampa 7/4/2003

Chi stato al British Museum ha visto grosso modo la met di
sculture e bassorilievi che costituivano l'unico meraviglioso
irripetibile e gigantesco (160 metri) fregio del Partenone di Atene.
Ma met non va inteso in senso della lunghezza. E cio a Londra
non sono esposte figure intere, ma sezioni di figure, in genere la testa
e il busto. L'altra met rimasta a casa, quella - si fa per dire - meno
nobile: le gambe dei personaggi e gli zoccoli dei cavalli. E non poteva
non essere cos visto che ci che arrivato a Londra frutto di un
furto o di un salvataggio (dipende sempre dai punti di vista) di
cui ora la Grecia chiede solennemente la restituzione con una lettera
al premier Tony Blair. Tra un anno ci saranno le storiche Olimpiadi
ad Atene: si potr, per la prima volta, rivedere tutto insieme quel che
resta del Partenone?
Per provocazione ieri mattina nella sede dell'Unesco, qui a Parigi,
la delegazione greca ha organizzato una mostra, la ricostruzione
virtuale del fregio del Partenone. Grandi pannelli che uniscono le
figure sezionate da Lord Elgin all'inizio dell 800, ma evidenziano il
taglio assassino. Per esempio: due cavalli e due guerrieri, teste e busto
sono a Londra; piedi e gambe ad Atene. Marianna Vardinoyannis,
ambasciatrice de bonne volont (come dire volontaria) greca
all'Unesco ha chiesto un sostegno alla richiesta di Atene. Il sostegno,
ha detto il direttore generale dell'Unesco Koichiro Matsuura, sar
appunto di buona volont, non pu essere di pi.
La questione vecchissima e anche delicata. Londra non ha mai
sostanzialmente risposto ad Atene. O meglio le responsabilit sono
state rimpallate tra il British Museum e il governo. Alla fine nessuno
ha detto un no definitivo, ma nessuno ha nemmeno fatto intravedere
la possibilit di un s. I greci, che ci tengono moltissimo, hanno fatto
la nuova proposta di un prestito a lunga scadenza. Si vedr. Chiaro
che Londra, al di l della buona - eventuale - volont, teme che il
Partenone diventi un rischiosissimo precedente: se si apre la strada
alla restituzione ai paesi di origine delle opere esposte, musei come il
British o anche il Louvre rischierebbero storia e natura.
Infatti, ci spiega Francesco Bandarin, direttore del patrimonio
mondiale Unesco, sembra una questione tra greci e inglesi, ma cos
non : Intorno al Partenone si gioca la sfida di un vero dibattito
sull'arte antica. Ci sono elementi a favore della restituzione e
elementi contro. Io credo che si debba rispettare la civilt che ha
prodotto quei monumenti, ma rispettare anche la storia. Gli inglesi
hanno rubato e sezionato i fregi del Partenone, ma l'hanno anche
salvato, ne hanno diffuso la conoscenza, l'esposizione al British ha
indotto una grande simpatia anche politica verso la Grecia tant' che
anche grazie al governo di Sua Maest Atene riconquist
l'indipendenza. Questione complicata, ma nell'anno delle Olimpiadi
un po' di sportivit non farebbe male.



news

15-06-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 15 giugno 2019

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

Archivio news