LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze. Ecco la nuova piazza del Carmine. Nardella: Un modello
Giulio Gori
Corriere Fiorentino 17/6/2018

Una grande piazza pedonale, con un piccolo boschetto e il lastricato ottocentesco ricostruito con le pietre originali. È la nuova piazza del Carmine, inaugurata ieri dal sindaco Dario Nardella con due mesi danticipo rispetto al cronoprogramma dei lavori: Questo è un giorno di festa per tutti gli abitanti dellOltrarno ha detto il sindaco Questa piazza fino a pochi mesi fa era una parcheggio a cielo aperto, ora diventa un luogo da vivere, da godere e da amare, un po come era qualche decina di anni fa. E abbiamo restituito dignità a un gioiello della storia dellarte, la cappella Brancacci di Masaccio. Ci sono persone che non si accorgevano neanche di questo luogo, a causa del caos determinato dalle auto. Questa piazza torna ai fiorentini.

Nardella ha anche respinto le possibili obiezioni sul problema dei posti auto: È impossibile mettere daccordo tutti. Ma in piazza del Carmine è stato recuperato un centinaio di posti auto. E il saldo del quartiere è in pareggio, perché erano stati ricavati altri posti sul lungarno e in piazza del Cestello ha detto Ma se devo immaginare Firenze tra 50 anni la immagino con meno auto, con più mezzi pubblici, meno inquinata, più verde. È la Firenze che costruiamo per i nostri figli. Abbiamo una visione, questa piazza rappresenta la Firenze che cambia.

Simbolo del rinnovamento della piazza, disegnata dallarchitetto Mario Pittalis, è il Marzocco, il leone di rami dellartista Sedicente Moradi, metaforicamente a difesa del boschetto. Sono 23 gli alberelli piantati e riportano i nomi delle classi e delle scuole che li hanno adottati. Diciannove sono aceri che durante lautunno avranno le foglie gialle o rosse. Gli altri quattro sono canfori, sempreverdi, in modo che anche dinverno rimanga una piccola traccia del boschetto. Sotto, allombra, ci sono le uniche sedute della piazza. Quattro sedie con degli schienali in ottone, realizzati da Cosimo De Vita, che rappresentano le facciate di Santa Croce, Santa Maria Novella, Santo Spirito e San Loreno (ma nella versione ideata da Michelangelo). Poi ci sono quattro panchine in pietra, che riportano frasi che celebrano i simboli della piazza: i frati carmelitani, Masaccio, Ottone Rosai e gli stradini che, nellOttocento, realizzarono il lastricato secondo il metodo delle solide strade consolari dellantica Roma.

Ieri, nella piazza difesa sul suo perimetro da paletti di ghisa, i fiorentini hanno cominciato ad arrivare alle cinque di pomeriggio, allapertura della cappella Brancacci per una volta gratuita e accessibile fino a tarda sera: è stato un pienone, le prenotazioni erano già esaurite dal mattino. Fuori, fino a che il sole non ha smesso di picchiare, la gente era divisa su due fronti: chi allombra della chiesa, chi del boschetto. Nel mezzo il vuoto.

Quel vuoto, ha assicurato il sindaco, sarà riempito con iniziative di arte e artigianato. Che sono lanima dellOltrarno, ha chiosato Nardella che ha aggiunto: La cosa più bella oggi è stata vedere di nuovi i bambini qui con il pallone. Poi, col calare della sera, tutta la piazza si è riempita, con centinaia di fiorentini, compreso Matteo Renzi: Sono venuto per applaudire Nardella, ha detto. La chiusura è stata affidata al coro della voci bianche e allorchestra del Maggio musicale fiorentino. Con un sindaco entusiasta che ha gridato: Viva Fiorenza, Viva San Frediano.




news

13-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news