LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Roma. Ecco la Tomba dellatleta: scoperta dopo 2.400 anni a Case Rosse
http://www.dire.it/01-06-2018/207921-roma-ecco-la-tomba-dellatleta-scoperta-dopo-2-400-anni-a-case-r

La Tomba dellatleta. Così è stata chiamata la sepoltura romana risalente a circa 2.400 anni fa e scoperta in località Case Rosse nella periferia est della Capitale. La tomba, perfettamente conservata, è venuta alla luce durante gli scavi di Acea per il raddoppio della condotta adduttrice CastellArcione-Salone ed è situata a circa due metri dal piano stradale.

Insieme ai reperti ossei appartenenti con ogni probabilità a 4 persone, sono stati identificati anche 25 elementi di corredo prevalentemente in ceramica, un moneta di lega in bronzo e due strigilli di ferro con cui gli uomini erano soliti detergersi dopo le attività fisiche, da lì il nome della tomba.

Non solo, allinterno della camera sepolcrale larga 2,50 metri, lunga 3,30 e alta 1,75 sono stati rinvenuti anche resti di cibo deposto come era usanza accanto ai defunti per il loro viaggio nellAldilà. Quindi resti di coniglio, capretto e pollame, probabilmente cucinati, di cui restano perfettamente conservate le parti ossee.

Lungo i lati lunghi del vano ipogeo sono deposti i due uomini adulti su banconi realizzati in pietra. A una prima analisi sembrano morti uno alletà di 50 anni, laltro a circa 30-39 anni. Sul fondo del vano invece sono stati identificati i resti ossei di altri due individui: un uomo e una donna. Di 35/45 anni lui, di età indefinita lei. In base a uno studio preliminare dei reperti, effettuato dalla Soprintendenza speciale di Roma Archeologia Belle Arti e Paesaggio, è stato possibile collocare la sepoltura tra il IV e il III secolo avanti Cristo.

Si tratta di una scoperta del tutto casuale e in parte fortunosa- ha detto il soprintendente Francesco Prosperetti durante la presentazione alla stampa della scoperta a cui ha preso parte insieme al presidente Acea Luca Lanzalone- dovuta anche alla cautela con cui gli archeologi sorvegliano e monitorano gli scavi.

La macchina scavatrice, spiega ancora Prosperetti, ha aperto un piccolissimo varco in questa sepoltura e questo ha permesso di scoprirla perché altrimenti non lavremmo mai trovata.

Elogi alla collaborazione tra le parti, la Soprintendenza che controlla i avori e Acea che li effettua, anche da parte del presidente di questultima Lanzalone: Questa sinergia ci ha permesso di arrivare a questo risultato eccezionale e ci ha permesso anche di non interrompere i lavori che procederanno normalmente.

Larea, rassicura ancora Lanzalone, sarà ulteriormente messa in sicurezza per permettere di completare quella parte di opera per cui sono stati investiti circa 5 milioni.



news

29-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 29 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news