LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Tremonti sul Colosseo: Non vendere ma valorizzare
Repubblica on line 17/11/2002

Il ministro parla di propriet dello Stato e di Mezzogiorno
"Il credito d'imposta simbolico, non toglie niente al Sud"
Il Colosseo non in vendita. Da Assisi, dove intervenuto a un convegno organizzato da Alleanza Nazionale, il ministro dell'Economia Giulio Tremonti allenta le polemiche sulle propriet dello Stato, parla di credito d'imposta e di pensioni, di Nord e di Sud, toccando alcuni dei temi pi controversi della Finanziaria.

"Nessuno pensa di vendere il Colosseo. Anche perch, tra l'altro, non avrebbe mercato". Tremonti definisce una "tensione isterica" quella che ha accompagnato la costituzione di Patrimonio Spa, e ricorda che la missione quella "non di vendere, ma di creare valore all'immenso patrimonio italiano, potendo eventualmente ricorrere alle cessioni. Vogliamo valorizzare - precisa Tremonti - anche attraverso affitti e diritti, le propriet dello Stato che, in alcuni casi, non sono neanche usati". Poi fa l'esempio degli spazi utilizzati, a Torino, dai centri sociali: "Non va bene che quell'area sia pagata dallo Stato".

Poi la volta del credito d'imposta per il Nord, che "non toglie niente al Sud, un fondo marginale e simbolico" dichiara il ministro. "Al Sud - ha aggiunto - vanno migliaia di miliardi di vecchie lire, mentre qui stiamo parlando solo di 60 miliardi. Se vero che va evitato il razzismo in un senso, va evitato anche nel senso opposto". E liquida con il commento "una falsa questione" quella sollevata dal leader della Cisl, Savino Pezzotta, secondo il quale questa misura danneggerebbe il Mezzogiorno.

Per quel che riguarda, poi, la modifica alla Finanziaria che introduce per la Sicilia l'obbligo, da parte di tutte le imprese regionali, di pagare in loco l'Irpeg anche se la sede ubicata fuori dall'isola, Tremonti ha dichiarato che "non un costo per le imprese, e non riguarda solo i rapporti fra Stato e Regioni". E nel corso dell'intervento ha escluso che vi possano essere problemi qualora tale principio fosse - come prevede un emendamento - esteso anche alle altre aree del Paese.

Un "problema epocale" invece quello delle pensioni: "Perch nella nostra societ ci sono poche culle e poche tombe. Occorre affrontarlo - ha detto Tremonti - secondo le indicazioni dell'Unione europea: con incentivi alla permanenza degli anziani nel mercato del lavoro e con la creazione di previdenza complementare". Nessuno vuole "un inizio di riforma previdenziale di tipo aggressivo - ha precisato il ministro - ma dobbiamo attenerci a quello che chiede l'Europa".

Intanto il sindaco di Roma Walter Veltroni torna all'attacco sui fondi per la capitale. E sollecita il governo a rispettare l'impegno preso, alla Camera, al momento del voto sulla Finanziaria. "Berlusconi ha preso l'impegno su Roma, davanti anche al presidente della Camera, con un ordine del giorno che va rispettato al Senato dove si esaminer la Finanziaria".

"Non posso immaginare - ha detto Veltroni - che avvenga nulla di diverso dall'approvazione di un emendamento su questo". Il sindaco ha sottolineato che "tagli agli acquisti di beni e servizi ai Comuni cambiano immediatamente la qualit di vita dei cittadini, perch colpiscono servizi che riguardano la scuola, la sanit, i trasporti, l'aiuto per i pi deboli".

http://www.repubblica.it/online/economia/contiventuno/manovra/manovra.html


news

09-11-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 9 NOVEMBRE 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news