LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Roma. Cafè Veneto, vince il Campidoglio: via il dehors abusivo
L. Gar. ,E. Dell.
Corriere della Sera - Roma 9/4/2018

Sarà demolito, come è già accadde per lo storico Cafè de Paris, il dehors del Cafè Veneto, in via Veneto appunto, degradato e chiuso ormai da mesi. Lo stabilisce la sentenza del Consiglio di Stato del 29 marzo, che chiudendo la vicenda a favore del Municipio e del Comune rivela anche un retroscena incredibile per una strada così importante. Ovvero, scrivono i giudici, lomesso e reiterato inadempimento nel pagamento dei canoni dovuti da parte della concessionaria. Gli uffici del centro storico infatti hanno contestato il mancato versamento della Cosap per oltre 500 mila euro, circa 72 mila ogni anno tra il 2009 e il 2014, e versamenti solo parziali fino al 2016. Prima di queste date, cioè dal momento dellautorizzazione allinstallazione della veranda nel lontano 1997, non risultano pagamenti.

Ci sono ancora i bicchieri sui tavoli. Possibile? Sì, le verande sono state chiuse dalla sera alla mattina e così, allinterno, è rimasto tutto apparecchiato. I negozianti di via Veneto hanno seguito passo passo la disavventura, come la definiscono loro, del gazebo di cemento: Le chiamano verande, ma non scherziamo: sono vere e proprie strutture in muratura, servirebbero ben altri permessi edilizi.

Chi ha seguito la storia fin dal principio è la consigliera del I Municipio Nathalie Naim, che per prima ha raccolto le lamentele e le preoccupazioni di residenti e commercianti che poi hanno affiancato il Comune nella battaglia legale per la rimozione: Una strada fiore allocchiello della città soffocata da volumi enormi - punta il dito Naim -. Un treno di cemento sopra il marciapiede che oscura tutte le altre attività senza chieder loro neppure il consenso. E come se non bastasse si è aggiunta anche la contestazione del mancato pagamento del canone.

Il Municipio, nella determina di settembre 2016 con la quale aveva previsto la decadenza della concessione proprio per il mancato pagamento della Cosap da parte delle tre società che si sono succedute nel tempo (Delta Group, stessa del Cafè de Paris, Lep.Sal e G.R. ), elenca anni e relative morosità. Stando ai calcoli del Comune, come detto, non risultano pagamenti precedenti al 2014. E ricostruire e le morosità pregresse non è semplice. Questo - approfondisce Naim - a causa delle condizioni in cui versano gli uffici del Municipio in cui si concentrano la maggior parte delle occupazioni di suolo pubblico: sempre sotto organico e ancora alle prese coi fascicoli cartacei. Ora basta però: Stiamo già predisponendo gli atti - dice lassessora municipale al Commercio Tatiana Campioni -: demoliremo la struttura rapidamente.




news

29-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 29 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news