LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

La discussione sul caso di Bolgheri. Ruspe contro i capanni? Una sconfitta politica
Mario Lancisi
Corriere Fiorentino 6/4/2018

La vicenda delle capanne di Bolgheri che il Comune di Castagneto Carducci intende demolire è emblematica, quasi una parabola, del momento che viviamo. Tra il turismo di massa che fagocita città e costa in nome dei fatturati e la difesa del bello e della qualità della vita. Tra populismo e privilegio.

La Toscana è bella e ci si vive bene. E va difesa dalle ruspe e dai furori ideologici, ma anche da privilegi anacronistici. Da Bibbona a Donoratico si distende una striscia di verde lunga quattro chilometri in cui si trova loasi di Bolgheri: piante, fiori e uccelli rari, da tutelare. Vista dalle colline questa striscia di verde è unica lungo la costa livornese dove invece si è costruito, e non sempre bene. Il merito è del conservatorismo virtuoso di alcuni nobili. Mario Incisa della Rocchetta, il capostipite, linventore del Sassicaia e il fondatore delloasi di Bolgheri, fu un personaggio versatile e aperto di vedute (per la Lef, piccola casa editrice di La Pira e don Milani, ha scritto La terra è viva , manuale di successo dellagricoltura ecologica), che difese le sue terre dallassalto del cemento.

La spiaggia di Bolgheri, trasformata dai proprietari, dagli Incisa agli Antinori, in un paesaggio raro con le sue capanne e tettoie, le dune e le piante rare, appartiene però al Demanio. In questa spiaggia cè silenzio anche per Ferragosto e vi si incontrano discretamente personaggi della politica, della cultura, delleconomia come in un salotto mondano.

Il Palone uno dei nomi con cui è conosciuta questa lingua di spiaggia non è Rimini, non è Cecina, ma neppure Capalbio, per capirci. Una spiaggia unica, dunque, che per questo va salvaguardata. E legittima pertanto la preoccupazione espressa ieri sul Corriere Fiorentino da Sibilla della Gherardesca, che da presidente del Fai della Toscana, ha osservato come con la demolizione delle capanne e delle tettoie si corra il rischio di perdere un angolo di cultura molto più che rappresentativo. E ha aggiunto che la costa tirrenica è disseminata di obbrobri edilizi: Basta guardarsi attorno: a Follonica spuntano i grattacieli sul mare e Marina di Bibbona è unaccozzaglia di case e palazzine senza senso. Come darle torto?

Ma il punto della contesa non è labuso del cemento, bensì il privilegio. La domanda allora è questa: è giusto che nel Demanio pubblico insistano capanni e tettoie private? No, non è giusto, hanno sentenziato Tar e Consiglio di Stato, e ora la soprintendenza ai Beni paesaggisti sostiene che non ci sono vincoli da tutelare. È evidente che, per come sono stati finora gestiti, i capanni siano un privilegio che i proprietari si sono arrogati nel tempo. Non a caso tutta la guerra nasce, nel 2002, da unarroganza di sapore medievale: la lite furiosa tra un avvocato milanese e un passante accaldato che si era fermato a sedere allombra della sua tettoia.

Fino a qualche mese fa sembrava che il Comune di Castagneto Carducci volesse regolarizzare labuso senza buttare giù i capanni. La spiaggia di Bolgheri sarebbe rimasta quella che è sempre stata, ma sarebbe diventata di tutti, anche se comunque laccesso dallAurelia è possibile solo passando dalle proprietà dei nobili e quindi con il loro permesso. Far quadrare la difesa della tipicità della spiaggia di Bolgheri con la rimozione di un privilegio antico era il compito della politica.

Le ruspe non sono una soluzione, ma una sconfitta. Per tutti, e soprattutto per un territorio unico in Toscana e nel mondo.



news

24-06-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 giugno 2019

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

Archivio news